Crea sito
Jul
24
2018

MESSAGGIO: NON ABBACCHIATEVI QUANDO PASSATE MOMENTI CHE VI SEMBRANO DI STALLO, DI STASI, DI INERZIA

fai-pace-con-te-stesso
Buongiorno a tutti!
Anche oggi ho ricevuto un messaggio dal mio Divino Sè e lo condivido con chi vorrà leggerlo.
Vi abbraccio tutti!

Carissimi Figli, quando vi sentite felici? Quando sentite che state facendo ciò che, come anima, avevate preventivato di fare; quando state svolgendo il vostro Dharma (compito), quando portate avanti la missione per la quale siete scesi. Non necessariamente deve essere una missione pubblica, grandiosa, nota agli altri. Anche occuparsi di una persona, di un lavoro, di un animale, di qualcosa, è una missione.
Ogni anima, quando crea, quando sente di fare ciò che la coscienza le richiede, è soddisfatta, sente che il tempo è stato impiegato bene, sente che sta procedendo in ciò che desidera portare avanti. Ma non abbacchiatevi quando passate momenti che vi sembrano di stallo, di stasi, di inerzia; anche questi momenti sono, a volte, necessari; sono i momenti in cui cercate di ricaricare le “pile spirituali” per andare avanti. Come di notte dormite e di giorno siete in attività, anche durante la vostra vita avete momenti di ricarica energetica a cui seguono momenti di rinnovata attività creativa e di cambiamento. C’è un respiro in ogni cosa, un’onda ascendente e discendente e tutto è perfetto.
Voi sentite quando è il momento di rimettervi all’opera, di fare cose nuove, di creare, di portare a galla talenti nascosti; lo sentite come un pungolo, come un’insoddisfazione, come qualcosa che da voi voglia uscire, come voler togliere un tappo per donare finalmente al mondo ciò che era dentro di voi. Così è tutta la natura: il parto dopo nove mesi di crescita; la piantina che spunta dopo l’apertura ed il germoglio del seme; la farfalla dopo il periodo della crisalide…
Per questo, Miei Cari, non sentitevi inutili se state attraversando il tempo della maturazione di un nuovo atto creativo; state solo attenti a non rimanere inermi quando ormai il tempo è maturo. E’ quello il momento di muovervi, di avere il coraggio di buttarsi nel fiume della vita, di fare, di sbloccarsi.
Ognuno ha capacità creative da esprimere in ogni campo: lavorativo ed artistico. E quando riuscite ad esprimere la maestria, la bellezza che è in voi, vi sentite più vivi che mai, vi sentite nuovamente Divini, poiché la creatività è espressione della Divinità in voi.
Costruite, fate piccole cose con le mani, piccoli lavoretti, se non riuscite a fare altre cose in ambito lavorativo! Buttatevi nella musica, nella danza, in qualunque cosa vi faccia sentire felici, sempre più vivi e sempre più ancorati al Pianeta Terra! Molti di voi vogliono scappare da questa dimensione, tornare nei piani spirituali, in altre dimensioni; ma la gioia che cercate la potete trovare qui, facendo, costruendo, con tutto il vostro equipaggiamento fisico, mentale, emotivo, con tutto il vostro essere.
Qualunque cosa fate, fatela con attenzione rispetto e sacralità, anche la più piccola cosa, come preparare un caffè, come pulire, fare la barba… tutto è sacro e Divino. Offrite tutto a Dio, al vostro Divino Sé; qualunque cosa farete diventerà un sacrificio, cioè: sarà resa sacra.
Fate tutto al meglio, con tutto l’amore e l’attenzione di cui siete capaci e poi non pensateci più! Non aspettatevi i frutti dell’azione, che comunque arriveranno da soli.
La vostra gioia sia nel fare al meglio ciò che dovete e volete fare. Non dovete per forza costruire opere monumentali; ogni piccolo gesto, ogni piccola cosa, se fatta con amore, contribuisce al benessere del mondo intero.
Vi benedico, Miei Cari, perché possiate essere sempre presenti nel momento presente, facendo tutto con amore, attenzione e leggerezza allo stesso tempo!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |

Nessun commento

RSS feed for comments on this post.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes