Crea sito
Apr
24
2018
-

MESSAGGIO: NON C’È BISOGNO DI ANDARE CHISSÀ DOVE, DI FARE CHISSÀ COSA, DI ESSERE CHISSÀ CHI… VIVETE NELLA SEMPLICITÀ, NELLA PACE E NELLA GIOIA CHE DERIVANO DA UNA MENTE PURIFICATA DAL RICORDO COSTANTE DI DIO!

FIORI CILIEGIO
Buongiorno amici, il messaggio che ho ricevuto oggi, parla della prande potenza della nostra mente.
Vi abbraccio tutti!

Miei Adorati Figli, la mente è la responsabile delle vostre gioie e dei vostri dolori; è lo strumento più sofisticato e potente che avete, con il quale create la vostra realtà.
Nella vostra società non vi hanno educati alla potenza dei vostri pensieri; oppure, di proposito, vi hanno occultato tale potenza proprio per potervi controllare e manipolare.
Gli antichi Rishi del passato e tutte le Mie Incarnazioni Avatariche vi hanno sempre ricordato quanto siano importanti i vostri pensieri, e quanto questi, se ripetuti, divengano un vostro programma dell’inconscio, che poi vi condiziona in tutto ciò che fate.
I pensieri inconsci sono molto più potenti di quelli coscienti, proprio perché sono come dei dischi registrati e fanno ormai parte del vostro “software”; allora, Miei Cari, state attenti ai pensieri limitanti e dannosi che avete l’abitudine di riformulare!
La mente è come una mosca che va a posarsi ovunque gli organi di senso la dirigono; state, quindi, attenti. La mente è come una carta: se ci avvolgete del pesce, di questo puzzerà; se ci avvolgete un fiore profumato, rilascerà profumo, quello che ha assorbito.
Lasciate andare i pensieri dannosi, non seguiteli , non alimentateli! E quando vi scoprite ad emettere tali pensieri, fate, di proposito, pensieri elevati e meravigliosi in modo da neutralizzare l’effetto nefasto di quelli negativi.
Voi scrivete nell’etere con la matita della mente, ma potete anche cancellare con la gomma, sempre della mente. Usate bene questo strumento straordinario!
Perché da sempre vi invito a posare la mente su Dio, sulla vostra Divina Realtà, sul vostro Divino Sé che IO SONO? Proprio perché possiate manifestare nuovamente le capacità, le attitudini Divine in voi, sgretolando ogni muro creato dai pensieri negativi, dalle abitudini negative.
Pensare a Dio, nella forma a voi più cara, o in ogni cosa che vi ricordi la Sua Maestà ed Onnipotenza, è il modo migliore per creare “dischi” meravigliosi nell’inconscio e poi agire secondo questi; è il modo di riportare purezza nel contenitore mentale, nel guazzabuglio che avete in voi, e finalmente sentirvi tranquilli e soddisfatti.
Non c’è bisogno di andare chissà dove, di fare chissà cosa, di essere chissà chi… vivete nella semplicità, nella pace e nella gioia che derivano da una mente purificata dal ricordo costante di Dio! E capirete anche che questo è il contributo migliore che potete dare al mondo, perché è di questo che il mondo ha un gran bisogno: pace, gioia, calma, entusiasmo e Infinito Amore…
Queste caratteristiche sono in voi, fanno parte della vostra Stessa Essenza, ma potete manifestarle solo quando la mente non rimane più insudiciata da pensieri angoscianti, di critica, di biasimo, di paura, di ansia, di rabbia…
Pensate a Dio, vedetelo ovunque, respiratelo, cantatelo, amatelo in ogni creatura! E vedrete un’esplosione di fiori in voi, dai mille profumi. Potete essere, così, in paradiso, in quel paradiso che non è mai stato un luogo, ma uno stato di coscienza, d’amore e purezza.
Siete tutti angeli e potete vivere nel paradiso terrestre; sta a voi scegliere quali films mentali creare e seguire!
Meravigliosi co-creatori, vi benedico affinché sia sempre più bella la vostra creazione!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Apr
17
2018
-

MESSAGGIO: IMPARATE L’ARTE DEL GALLEGGIAMENTO, MIEI ADORATI, L’ARTE DEL SAPER SCORRERE SENZA FARVI DANNEGGIARE DAGLI EVENTI

1009827
Carissimi amici, condivido con voi il messaggio che è giunto dalla parte più profonda di me, di tutti.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Miei Adorati Figli, la vita scorre come scorre un fiume e, volenti o nolenti, vi porta al Mare, al Mare della Consapevolezza, della Conoscenza, al Mare che voi siete.
Il problema è quando volete mettere dighe, intralci e barriere a questo fluire, dolce o impetuoso, silente o fragoroso.

A volte non vi piace l’impeto del fluire della vostra vita, e per questo volete arenarvi, mettendo un tronco di traverso. Siete voi che mettete gli ostacoli, in modo inconscio, quando rifiutate gli eventi, quando non vivete con essi; questo fa sì che occorra una piena ancora più forte per sbaragliare ogni ostacolo e continuare a fluire.

Imparate l’arte del galleggiamento, Miei Adorati, l’arte del saper scorrere senza farvi danneggiare dagli eventi; lo potete fare con il pensiero costantemente rivolto al Divino Sé in voi, allo scopo Regale di questa vita, che non è il solo mangiare, dormire, riprodursi, divertirsi, lavorare.. e poi “bye bye” a tutti…non è certo per questo che siete nati, o almeno, per alcuni, non solo per questo.

Ognuno di voi ha dovuto dimenticare chi sia per poter vivere in terza dimensione, ma nel viaggio terrestre vostro scopo è ricordare la vostra Magnificenza Divina, ricordare che non siete uomini che aspirano a diventare Dio, ma siete Dio Stesso che si è rinchiuso in un corpo per vivere la Vita, per sperimentare tutto ciò che le Sue infinite manifestazioni fisiche, e non fisiche, sperimentano.

Potete fare in modo che nessuna diga vi intralci il fluire con la Vita, mantenendovi il più possibile in uno stato di equanimità verso gioie e dolori, verso gli opposti della vita, e distacco dalle vicissitudini, dai desideri, dalle aspettative… un distacco emotivo che non vi lasci affogare nella corrente impetuosa, ma che vi permetta un farvi cullare, dolce e costante, dalla corrente della Vita, sicuri che vi porterà dove vi eravate prefissati di arrivare: al Mare della Consapevolezza, che è la vostra meta, la vostra origine, la vostra stessa natura.

Mantenere un sano distacco dagli avvenimenti non significa essere indifferenti e menefreghisti; significa avere tutte le capacità per poter anche portare aiuto a chi sta annegando. Chi è nel panico non può aiutare chi è nel panico… quindi, se vostro scopo è anche santificare la vostra vita nel servizio, sentirvi utili e parti integranti con tutti gli altri, allora riuscire a mantenere una calma accettazione (che non è rassegnazione) degli avvenimenti è l’unico modo per riuscire a superarli, senza da questi farsi bruciare.

Siate così: leggeri; non diventate rigidi, non opponete resistenza! Perché così rischiate di essere sommersi dalla corrente.

Chi si lascia trasportare, come fa il cucciolo di lontra che, sulla pancia della madre, si fa da lei trasportare, non dovrà temere nulla; si godrà un viaggio panoramico e meraviglioso: il viaggio entusiasmante che la Vita offre, con i Suoi mille panorami.

L’Amore indiscriminato, vi porta a non temere, vi libera dalle paure. Lasciatevi cullare e trasportare da Me, che sono la Vita Stessa. Siete al sicuro nel Mio abbraccio amorevole!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Apr
13
2018
-

MESSAGGIO, SAPETE CHE LE COSE STANNO CAMBIANDO ED EVOLVENDO IN OGNI CAMPO DELLO SCIBILE UMANO, MA AVETE FRETTA; NON VOLETE ASPETTARE I TEMPI DI “COTTURA DELLA PAGNOTTA NEL FORNO”

articolo6
Buongiorno a tutti! Condivido il messaggio che ho ricevuto oggi dal Divino Sè e che parla del valore della pazienza.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Miei Cari, tutto ciò che vi occorre è la pazienza: la pazienza di saper aspettare l’evoluzione delle cose, il tempo di maturazione di ogni avvenimento, di ogni processo.
Come un bambino ha bisogno di nove mesi di formazione prima di nascere, ogni cosa, ogni progetto, ogni intendimento, ha bisogno di un determinato tempo affinché giunga a maturazione, a conclusione, a manifestazione.

Siete sempre convinti che tutto vi debba essere dovuto, senza sapere le implicazioni del passato, senza ricordare tutti i legacci, tutti i semi che avete piantato nel passato. Ora non potete valutare il “raccolto” del presente, sia come individui, sia come collettività.

Sapete che le cose stanno cambiando ed evolvendo in ogni campo dello scibile umano, ma avete fretta; non volete aspettare i tempi di “cottura della pagnotta nel forno”, non sapete quali siano i tempi di cottura adatti, e pretendete di avere subito “il pane fragrante fra le mani”.

Figli Miei Adorati, Splendide Manifestazioni di Me, vi esorto sempre ad esercitare la pazienza che deriva dalla fede e dalla fiducia nella perfezione del Piano Divino, quel piano a cui voi stessi avete lavorato, che voi stessi avete intessuto con tutte le vostre azioni, i vostri pensieri, desideri… con le vostre parole, con ogni vostro sentimento.

Mettetevi nella fiduciosa e ottimistica attesa degli eventi… anzi: vivete come se questi fossero già avvenuti, come se già tutto fosse giunto a maturazione. Pregustatevi il pane fragrante e caldo, anche se ancora è nel forno; vivete in questa gioiosa attesa, in questa ottimistica fiducia, e tutto ciò che arriverà sarà conforme al vostro disegno mentale, alle vostre belle sensazioni.

Aspettatevi sempre il meglio dalla vita, anche se siete in pieno travaglio.
Sapete, si sparge il letame sui campi… e se vi soffermate solo a questo momento vedete solo bruttezza e sentite solo cattivo odore; ma voi immaginate come saranno rigogliose le piante, come sarà prospero il raccolto!

Non soffermatevi sul disagio del momento presente; superatelo con la sicurezza che tutto passa, che voi siete attori, che state svolgendo una parte nel palcoscenico terrestre e che, presto, vedrete tutto il copione, vedrete che la fine sarà bellissima, sempre!

Con il giusto distacco, derivante dalla conoscenza dell’illusorietà della vita materiale, riuscirete a rimanere sempre a galla, a non farvi sommergere dalla corrente.

L’amore scaturisce dalla saggezza, e la saggezza scaturisce dall’amore, in un ciclo continuo. Più si ama e più si scopre di essere un tutt’uno con gli altri, col Tutto. Più sarete consapevoli di questa unione, e più l’amore scaturirà, sempre più abbondantemente.

Il Pianeta Terra sta ancora raccogliendo i frutti della semina del passato, ma ora una nuova semina è in atto, e presto potrete godere del nuovo raccolto.
Abbiate la pazienza, la pazienza che occorre perché i tempi maturino. Tutto viene a chi sa aspettare… ma non in modo inerme. L’attesa non sia mai nella stasi, nell’ignavia, nella pigrizia.

Siate gioiosamente attivi nel momento presente. Fate tutto al meglio, con il massimo amore ed il massimo ottimismo, e sempre più godrete i frutti della vostra meravigliosa semina!

Finora vi ho parlato come voi foste una persona differente da Me, perché in terza dimensione avete ancora bisogno della dualità, e di percepire il vostro Divino Sé come una cosa differente da voi; ma sempre più parlerò in prima persona, usando il “Noi”, anziché il “Voi”, perché sempre più capiate che IO SONO la vostra voce interiore, sono tutti voi.
Soffermatevi su questa consapevolezza: Io e Te siamo Uno; Noi tutti siamo Uno, quell’io che chiamate Dio.
“Io”, in inglese si dice “I”. la “i” maiuscola indica in realtà il numero 1. Quando parlando di voi, dite “io”, state parlando dell’Uno.

Benedizioni ad ogni creatura che nuota, vola striscia o corre! Benedizioni a tutti dal Tutto!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Apr
11
2018
-

MESSAGGIO: VOI CHIAMATE “BEATI” COLORO CHE HANNO SAPUTO DIMOSTRARE CHE SI PUÒ ESSERE SEMPRE IN UNO STATO DI IMPERTURBABILE PACE ED APPAGAMENTO, A PRESCINDERE DALLE SITUAZIONI ESTERNE

felicità
Buongiorno a tutti! Il messaggio che ho ricevuto oggi parla della felicità, che sempre rincorriamo.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Mie Care Preziosissime parti di Me,
la felicità è ciò che rincorrete da sempre, e non sapete che sempre vi appartiene; fa parte del vostro equipaggiamento, fa parte della vostra stessa natura.

Tutti voi siete Anandaswaroopa, l’Incanazione della Gioia, ma pensate sempre che per essere felici dobbiate dipendere da fattori esterni; così avete sempre mille desideri, e più rimangono insoddisfatti, e più cadete nella disperazione, nel malcontento.

Un sano “tetto ai desideri” è tutto ciò che vi occorre per non cadere nella delusione, poi nella rabbia e nell’odio verso coloro che ritenete responsabili della vostra disillusione.
Figli Miei Adorati, affrontate la vita con più equanimità e distacco rispetto agli avvenimenti!
Guardate “dall’alto della montagna”, e quelli che vi sembravano massi insormontabili, diventeranno sassolini insignificanti.

Quanto è grande il vostro valore! Se solo vi ricollegaste con Il vostro Nucleo Centrale, che IO SONO, non sentireste il bisogno di mille cose esteriori.
Siete caduti vittime di un disegno nefasto che vi esorta ad avere sempre più, anziché essere, per essere felici.

Se l’avere tante cose e tante comodità fosse la causa della vera gioia, non ci sarebbero ricchi depressi, o ricchi che si suicidano; ed invece, sembra assurdo, ma sono più le persone benestanti che ricorrono a questi gesti nefasti, quando ormai hanno perso il vero senso della vita, lo scopo da raggiungere. Una volta che tutto materialmente si ha, e si scopre di avere un vuoto immenso dentro, non si sa più per cosa vivere.

Abituate, fin da piccoli, i vostri figli al valore delle cose; al valore dell’espressione dell’ Essere, anziché del vantarsi, dell’esibire le proprietà, il parco macchine che si ha, ecc.

Non avete ancora compreso come ricollegarvi alla Fonte di ogni pace e gioia. Seguite le esortazioni dei maestri spirituali, e delle Forme Avatariche che ho impersonato di era in era. Vi ho sempre insegnato come riconnettervi alla vostra voce interiore, al pozzo dei desideri in voi, a ciò che più di tutto vi appaga. Sono tanti i modi ed i sistemi per allenare la mente a quietarsi e, finalmente, accedere al vostro Tesoro Interiore.

Voi chiamate “Beati” coloro che hanno saputo dimostrare che si può essere sempre in uno stato di imperturbabile pace ed appagamento, a prescindere dalle situazioni esterne. Tutte queste anime beate hanno solo scoperto prima di voi come ricongiungersi con il Proprio Divino Sé; hanno scoperto come rimanere nel “centro del tornado”, anche quando tutto intorno gira impetuosamente; hanno imparato a rimanere a galla sempre, anche con alti marosi.

Sganciatevi dal desiderio di competere e primeggiare, dal desiderio di ostentare ricchezze, qualità e possedimenti! Avrete tutto il tempo e la pace per dedicarvi a ciò che davvero vi riconduce alla gioia che voi siete.

Il ricordo costante di Dio in voi ed ovunque è la zattera per non affogare nel mare in tempesta, è la lampada per attraversare fitte foreste.

Siate felici nell’osservare la bellezza di un fiore, di un tramonto; nell’ascoltare il rumore del vento e della pioggia!
Sentite di essere un tutt’uno con il tutto, con le forze della natura, e mai la gioia scemerà in voi! Riuscirete così a contagiare ogni anima a voi vicina; riuscirete, con il vostro buon umore che nasce dall’amore, con il vostro entusiasmo e la vostra gioia, a contagiare tutto il creato, a sciogliere le nuvole nere dei pensieri cupi che circolano nell’etere.

Siate voi i beati che cercate di emulare! Lo siete sempre.
Riappropriatevi della vostra maestria, della vostra vera ed autentica natura! Scartate tutto ciò che non siete, e vi scoprirete meravigliosi, come pensate siano le varie Forme Divine che adorate, giunte sul Pianeta Terra solo per farvi da specchio e ricordarvi che così anche voi siete.

Seguendo ed emulando ciò che vi piace nelle Forme Divine a voi care, farete riaffiorare il Nettare Divino in voi.
Miei adorati, che il contagio della gioia arrivi ovunque!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Apr
04
2018
-

MESSAGGIO: SPESSO LA VITA VI OBBLIGA A FERMARVI, A LASCIARE ANDARE I RITMI FRENETICI DI SEMPRE, E LO FA CON UNA MALATTIA, UN INCIDENTE, UN CONTRATTEMPO.

Wellbeing_Page_H
Buongiorno a tutti!
Il messaggio che ho ricevuto oggi dal Divino Sè ci parla del valore della malattia.
Vi abbraccio tutti!

Miei Adorati, spesso la vita vi obbliga a fermarvi, a lasciare andare i ritmi frenetici di sempre, e lo fa con una malattia, un incidente, un contrattempo.
Non è questo il momento di imprecare e lamentarvi, ma quello di ringraziare, a prescindere, perché, se anche non ne siete coscienti, ogni cosa che vi accade è per il vostro maggior bene.

A volte la vita vi ferma per non finire in un precipizio. Vi obbliga a curare una parte del vostro corpo e della vostra anima, perché, sapete, ogni cosa che si manifesta all’esterno è anche all’interno, è la manifestazione di un disagio interiore; e la vita, per permettervi di prendere coscienza di ciò che non va in voi, vi ferma, vi mette in pausa, ma mette in pausa solo l’attività fisica giornaliera per accendere quella interiore, che troppo spesso avete tralasciato di fare.

Nella quiete emergono tutte le immondizie emotive che prima non volevate vedere, come la polvere sotto il tappeto; così avete l’opportunità di riflettere, di collegarvi con Me, che sono il vostro Nucleo Centrale.
La malattia è un servizio che il corpo vi fa per indicarvi ciò che non va. Avete tralasciato di prendervi cura di voi interiormente?Avete tralasciato di prendervi cura della vostra salute, con dannose abitudini, o lassismo verso i segnali del corpo? Ma ora, durante la malattia, avete l’opportunità di organizzare diversamente il vostro tempo, di fare progetti diversi, buoni propositi… perché nella stasi dell’iperattività avete messo a fuoco quali sono i vostri bisogni primari, e quali sono le cose superflue alle quali non dare troppo tempo ed attenzione.

Miei Adorati, benedite ogni momento della vita, anche quelli duri! Se avete problemi ai denti, andate dal dentista; certo, può essere doloroso, pauroso; potete vivere un’ora non piacevole, ma vi evita ore ed ore di dolore od altri disturbi.

La malattia è, in realtà, la cura per mali interiori, per impedire che questi crescano ancor più e vi impediscano di proseguire il vostro viaggio terrestre.
La malattia è, in realtà, una cura che il corpo sta attuando di qualcosa di profondo. Il disagio che provate dal dentista lo vedete come una malattia? No, è la cura per non stare peggio.
Il male causato dalla malattia è un campanello d’allarme; è un modo che il corpo ha di ripristinare un equilibrio.

Il corpo, quando segue i ritmi naturali, è una macchina perfetta: sa quando fare una “revisione”; sa come uccidere microbi e batteri; sa come ripristinare un equilibrio rotto… e spesso non gli date il tempo di farlo; andate al lavoro anche con la febbre; non ascoltate il messaggio che il corpo vuole darvi! Ma se non lo rispettate, a lungo andare, il corpo deve darvi un messaggio più forte.
Ascoltate il campanello dall’arme che vi da la malattia! Ascoltatelo e fate ciò che la vostra saggezza vi guida a fare.
Il tempo, il tempo per dedicarvi a voi stessi, è ciò che la malattia vi richiede.
Abbiate amore verso questo vostro corpo che tanto fa per Voi! Non tirate troppo la corda, perché potrebbe lasciarvi in panne prima del tempo!

Siate grati, sorridenti ed ottimisti sempre! E vedrete che la guarigione arriverà su tutti i livelli, anche quelli interiori; solo così non tornerà la stessa malattia.

I pazienti di un medico, così si chiamano perché hanno l’opportunità di esercitare la pazienza di attendere i tempi occorrenti al corpo per ripristinare il suo equlibrio.

Vedete ed apprezzate la perfezione della natura, del Piano Divino, della Vita!
Sappiate che ciò che non s’ impara con gli studi s’impara con la vita. Sappiate che dove non arriva la saggezza, arriva il dolore ad insegnare. La scuola di vita è sempre la più valida e veloce.
Siete sempre a scuola, tutto vi insegna.

Siete benedetti, sappiate essere grati sempre!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes