Crea sito
Dec
18
2017
-

MESSAGGIO: LE FESTE, MIEI CARI, SERVONO SOLO AD AVERE PIÙ TEMPO, NON A SPRECARE TEMPO!

consiglio-realizzare-presepe-classico-e1501163109687
Carissimi, oggi condivido con voi questo messaggio che parla delle feste religiose.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Eccomi ancora a voi, in questo dialogo continuo fra Me e Voi. Questo dialogo c’è sempre, ma solo quando decidete di mettervi in ascolto, allora potete accedere alle Mie parole chiaramente. Queste sono le parole del vostro Stesso Divino Sé, che ha preso milioni di forme per sperimentarsi per fare questa Meraviglia chiamata Vita.

Miei Adorati, a che servono le feste religiose? La gente ha snaturato il bisogno primario di queste feste, che è quello di avere maggior tempo per stare in silenzio, in religioso silenzio, in meditazione e contemplazione della Divinità in voi.

Le Incarnazioni Divine che adorate e che sono scese di era in era, rappresentano ora, per voi, il grande valore di poter fissare la mente su tutto ciò che Essi incarnavano ed ancora incarnano per il mondo: Amore Puro, Bellezza, Bontà, Grandezza, Eternità, Infinita Magnificenza.

Cari Figli, non lasciate che il tempo delle feste sia dissacrato nella sfrenata corsa ai piaceri dei sensi, agli acquisti smodati, alla frenesia!
Trovate il vostro tempo per restare soli con voi stessi ed assorbire la pace e la gioia che il pensiero, rivolto alla Divinità da voi invocata, vi dona; lasciate stare tutto il superfluo; diventate sempre più semplici ed essenziali nelle vostre manifestazioni, nelle vostre abitudini!

Forse che il fuoco a cui date sempre più legna possa spegnersi? Non continuate a dare legna ai desideri smodati! Ogni cosa ha un limite nel piano naturale voluto ed orchestrato dal Divino.
Ogni volta che andate contro le leggi della natura, andate contro voi stessi e contro tutti.
Non può , un arto di un corpo, pensare di disturbare e nuocere ad un altro arto senza che lui stesso non ne rimanga offeso… quindi, ogni volta che in pensieri, parole ed azioni andate contro ciò che è l’equiilibrio naturale, dovrete poi pagarne le conseguenze.

È naturale la calma, il raccoglimento, che fa scaturire la pace e l’amore in voi. La frenesia mette un tappo alla compassione, perché con essa non avrete nemmeno il tempo di accorgervi di chi soffre intorno a voi, troppo presi dagli affanni mondani voluti dalla legge del mercato, dall’esibizionismo.
Pensate di valere di più se avete più cose, se siete proprietari di più beni , se vestite capi alla moda? Questa è l’illusione che il vostro ego ha creato affinché non vi permettiate di scavalcarlo e di progredire nel ricordo della Divinità in voi.

Questo tipo di società, di ordine sociale che ora avete, non vi permette di espandere il vostro cuore come vorreste, se non vi sganciate dai suoi legacci, dai suoi canoni, se non vi sganciate dalle sue pretese che disumanizzano l’umanità.
Ora è il tempo del cambio di paradigma, del cambio di struttura in ogni campo del vostro agire. Non abbiate paura del cambiamento! Un albero marcio, se abbattuto, permette poi ai nuovi germogli di spuntare e crescere.
Molti temono di perdere privilegi economici e sociali, per questo boicottano l’avanzamento del nuovo… ma non potranno resistera a lungo! Quelli che loro credono essere privilegi, sono spesso la loro più grande maledizione: sono stati gli “ipnotizzatori” che hanno impedito a molte creature di risvegliarsi dall’oblio della propria Natura Divina.

In queste feste riprendetevi i vostri spazi, riprendetevi la vostra pace!
La contemplazione della Luce nel buio dell’inverno; la contemplazione del Bambin Gesù sia per voi come una bacchetta magica che vi liberi da un incantesimo, l’ incantesimo del: “Dormi, bambino, dormi… che la tua vita la gestiamo noi!” Ecco: non permettete più a nessuno, alle istituzioni, ai mass media, alle egregore negative di gestire e guidare la vostra vita! Siate liberi dai lacci dai quali vi siete lasciati legare! Liberi, viaggiate liberi, sopra ogni meccanismo perverso che abbia voluto, in qualche modo, bloccarvi, sminuirvi, nel vostro inarrestabile viaggio verso il ricordo di voi!

Le feste, Miei Cari, servono solo ad avere più tempo, non ha sprecare tempo!
Dolci benedizioni a tutti gli uomini! Che il risveglio sia sempre più contagioso!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Dec
14
2017
-

MESSAGGIO: OGNI VOLTA CHE LA SOFFERENZA ARRIVA A ONDATE…

Oceano-Mare-1024x640
Buongiorno Cari Amici!
Condivido con voi il messaggio che è emerso oggi dalla parte più profonda di me.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Carissimi Figli, Parti Preziosissime di Me, ogni volta che la sofferenza arriva a ondate, una dietro l’altra, siate felici del fatto che la riva è vicina. Non c’è un dolore invano, non c’è nulla che non abbia un senso, una logica, una utilità.

Quando vogliamo mangiare la polpa dolce del cocco dobbiamo prima togliere la scorza dura e legnosa: allo stesso modo per poter arrivare a gustare la dolcezza della Divinità in voi, dovete prima togliere lo strato duro dell’ego che la ricopre.
Ogni avvenimento doloroso è una botta che date alla scorza dura.
Voi non potete sapere quante botte vi occorrono affinché la buccia si rompa; l’Avatar ha il compito di aiutarvi in questo, vi aiuta ad aprire il guscio ed a far emergere la vostra Innata Meravigliosa Divinità.
Vi aiuto nel senso che vi evito, a volte, qualche botta in più. Vi aiuto a fare in modo che un colpo assestato bene sia sufficiente per far emergere il puro succo d’amore che in tutti voi scorre nel vostro Nucleo Centrale.
Non abbacchiatevi, non disperatevi! Sappiate che nulla rimane immutato. Una situazione di emergenza, di sofferenza non permane mai nella stessa intensità: prima o poi sparisce, così come spariscono le nuvole nere che arrivano a coprire il sole.
Avete orchestrato una musica tutta vostra, avete messo in scena una rappresentazione che prevedeva anche momenti di difficoltà… ma, ditemi, come fate a scoprire il vostro valore, la vostra potenza se mai vi mettete alla prova?

Sappiate che dopo ogni dura esperienza vi riscoprite più forti e sempre più invulnerabili. Un giorno riderete e sdrammatizzerete ricordando i momenti difficili; sono some le cadute di un bimbo di un anno, quando impara a camminare; ma il bimbo sempre si rialza e riprova, non si ferma, non rimane a terra; il bimbo prova e riprova finché un giorno correrà veloce, sicuro e felice!
Questo, Bimbi Miei, state facendo! C’è chi ha iniziato prima a camminare, chi più tardi… ma se chiedete l’aiuto della Madre Divina, mano nella mano con Me , non cadrete più come prima.

Io lascio liberi i Miei Figli di chiamarmi o meno; li guardo a distanza, come fa ogni madre che osserva le prodezze del proprio figlioletto, ma quando invocate la Mia mano, IO SONO presente con tutta la Mia Onnipotenza, e da dentro di voi agisco e vi aiuto. E’ voi stessi che invocate, nella Forma Divina a voi più cara!
Uno strano gioco il vostro: rivolgervi ad un forma esteriore per invocare il Divino in Voi… ma questo è anche il compito di un Avatar: aiutare a percepire l’interno guardando l’esterno. Aiutarvi a percepirvi Divini ed Onnipotenti, osservando la Divinità e l’Onnipotenza dell’Avatar.
Voi vi rispecchiate in Me, quando mi adorate e mi osservate in una immagine (anche mentale), anche in un vostro ricordo speciale… anche per questo motivo, molti che sono giunti per grazia ai Miei piedi quando ero in vita, nei corpi Divini che ho assunto, hanno continuato a vedere il male che albergava nelle loro menti. Il truffatore e ladro, mi vedeva truffatore e ladro; il viscido concupiscente, trovava in me le sue caratteristiche; il santo vedeva solo la Mia Luce; il buono vedeva tutta la Mia bontà; il sospettoso vedeva e non vedeva, a seconda dei momenti.

Io vi ho solo fatto da specchio, quando ero nel corpo di un Avatar, per farvi capire il livello di pulizia mentale e di cuore che avevate allora. Basta ricordarvi dei sentimenti che provavate nel momento in cui guardavate la Mia Forma Divina.
IO SONO sempre e solo Purezza, Divinità, Amore Infinito , Onnipotenza, Onniscienza, Eternità… e, man mano che le vostre menti si sono purificate, avete potuto rispecchiarvi in Me vedendo tutto ciò. Sappiate che, se siete riusciti a vedere e percepire tutto questo, è perché il vostro cuore puro vi ha permesso un nitido riflesso di Voi in Me, di Me in Voi.

Mi adorate, mi amate… e molte volte non sapete che adorando Me, state adorando il Principio Divino in voi, state amando la vostra Vera Meravigliosa e Regale Realtà.
Amori Miei, non sentitevi piccoli, miseri e disperati! Sappiate che ogni dolore passa, viene trasmutato; viene guarita ogni ferita e la cicatrice è più forte della pelle normale.

Non abbiate paura delle prove: vivrete sempre ciò che di meglio vi serve in quel momento. Tutto vi serve per far riaffiorare il ricordo della Divinità in voi, Il ricordo della vostra Potenza. Lasciate che tutto affiori, come la panna ed il burro affiorano dal latte con la zangolatura. Ogni colpo della vita è un “colpo di zangola” per far emergere la dolcezza in voi.

Voi non siete la scorza dura della noce di cocco: quella vi è stata data in equipaggiamento per poter sopravvivere in terza dimensione, una specie di coltre protettiva… ma ora, Miei Adorati, non vi serve più; siete abbastanza grandi da poter ricordare il vostro vero ruolo, la vostra Vera Essenza.

Donate a tutti il succo dolce dell’Amore in voi! Allora avrete finalmente la sensazione di aver fatto ciò che vi eravate prefissi di fare; che avrete raggiunto lo scopo di questa vita.

Strano il gioco della vita: dimenticare per poi ricordare; coprire la luce con una scorza dura, per poi riscoprirla; giocare a nascondino con voi stessi…
Io scendo di era in era per aiutavi a scoprirvi, a ritrovarvi in quel nascondiglio nel quale vi stavate nascondendo… senza più ricordare da chi e perché. Vi stavate nascondendo da voi stessi per avere la gioia di riscoprirvi.
Questo il gioco di Dio: Io mi sperimento, vivo, agisco attraverso ognuno di voi, attraverso ogni cosa creata. L’immutabilità assoluta non mi piace; IO SONO sempre Vita in movimento, in perenne trasformazione, e faccio tutto attraverso di voi.
Ecco: chiamatemi dal vostro cuore! IO SONO lo stesso vostro cuore; sono l’Auriga , il Comandante, il Software di base, lo Schermo del cinema.. sono il Tutto che contiene il Tutto; IO SONO ogni cosa possibile ed inimmaginabile… e questa Cosa Meravigliosa ed Indescrivibile siete voi.
Quindi, non abbacchiatevi, elevatevi alle vostre Altezze Divine!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Dec
05
2017
-

MESSAGGIO: VEDETEVI COSÌ: COME UN MAESTOSO ALBERO SOTTO LE CUI FRONDE TUTTI POSSONO RICEVERE OMBRA E RISTORO.

2.1

Buongiorno a tutti!
Condivido con voi il messaggio che ho ricevuto oggi e che parla dell’amicizia.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Carissimi figli, parti imprescindibili di Me, l’amicizia è il sentimento più puro che potete sperimentare, la relazione più bella.
I familiari sono con voi sempre, mentre gli amici li scegliete; scegliete quando frequentarli, scegliete quando vederli. Potete non vedere un amico per tanto tempo, anche per anni, ma quando lo rincontrerete vi sembrerà che non sia passato nemmeno un giorno.

L’amicizia va oltre lo spazio tempo, tiene unite anime da un continente all’altro. Quanta sacralità, quanto amore rende possibile una tale relazione!

State sempre attenti, però, alle persone che decidete di frequentare! Non tutte le anime possono trarre vantaggio nello stare insieme. Ci sono persone troppo diverse per quanto riguarda i valori della vita, la finalità della vita, il modo di percepire la vita.
I simili si attraggono, ma è pur vero che le persone dal cuore molto aperto attraggono un po’ tutti, perché ognuno si sente accolto da tali persone. Questo vi deve indurre ad esercitare la discriminazione, perché molte persone sono attratte dal vostro buon cuore ma, coscientemente o meno, approfittano di questo e cercano di usarvi per i loro fini.
Aiutate tutti nel momento del bisogno, ma state attenti a non diventare vittime di manipolazioni, di sfruttamento energetico, di depauperamento delle vostre risorse fisiche e spirituali.

“Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”, è un detto sempre valido.
Le energie mentali si contagiano come si contagiano i virus. E’ pur vero che anche i virus, in corpi forti, non attecchiscono, ma ci sono momenti in cui anche i più integri e forti sperimentano debolezza in qualche campo: in quei momenti i pensieri negativi possono contagiarvi.

State, quindi, attenti: scegliete con chi condividere il vostro tempo libero; state attenti ai pensieri indotti in voi dalla televisione e dagli altri mass media…non sporcate la vostra mente! Siate sempre come il fior di loto che cresce nel fango e mai, però, permette a questo di farsi sporcare.

Carissimi Tesori, abbiate cura di voi in tutti i modi, come abbiate cura di chiunque capiti nel vostro cammino e condivida con voi tempo ed energie!
Un giorno ognuno di voi sarà forte come una quercia, alla quale nessun animale selvaggio possa più nuocere. Vedetevi così: come un maestoso albero sotto le cui fronde tutti possono ricevere ombra e ristoro.
Vi benedico, affinché la vostra Potenza Divina scavalchi ogni limite!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes