Crea sito
Jul
29
2016
-

SAI BABA PARLA DI REINCARNAZIONE

images-114
Carissimi, oggi riporto alcuni stralci di discorsi di Sathya Sai Baba sulla reincarnazione.
Sempre preziosissime le parole di Colui che, di era in era, viene a ricordarci le leggi universali!

“ L’uomo è un pellegrino che ha intrapreso un lungo viaggio: ha iniziato dalla pietra, si è evoluto allo stadio vegetale e poi a quello animale, fino a conseguire la dimensione umana. Deve fare ancora un lungo cammino prima di giungere alla Divinità, per cui è meglio non perdere tempo: ogni istante è prezioso ed ogni passo avvicina ulteriormente alla Meta.”
(Discorsi di Sathya Sai Baba, Vol. VIII, pag 163)

“Avete conquistato un corpo umano grazie ai meriti accumulati in molte vite come esseri inferiori. E’ veramente da sciocchi gettare via questa occasione preziosa perdendo tempo in attività che sono tipiche degli animali.”
(Discorsi di Sathya Sai Baba, Vol. V. pag. 14)

Jack Hislop chiede a Sai Baba. “ E’ possibile retrocedere? Si può rinascere come animali?
Sai Baba risponde. “ Non si può escludere questa possibilità, anche se è raro che avvenga. Il degrado della vita umana per mancanza di virtù, provoca solitamente la rinascita a livello umano più basso. Va comunque tenuto conto della situazione globale.”
(Tratto da: “My Baba and I”, pag 188)

“Le fondamenta di un grattacielo non sono visibili, ma questo non ci autorizza a dire che la costruzione poggia direttamente sul suolo. Le fondamenta di questa vita sprofondano nel passato, cioè nelle esistenze precedenti che ne hanno modellato la struttura attuale. Ciò che non si vede determina gli eventi e gli scopi, vale a dire il numero dei piani e il peso dell’edificio.”
(Discorsi di Sathya Sai, vol. VII, Pag. 46)

“Come mai alcuni individui hanno speciali attitudini? Non sono forse capacità ereditate da vite precedenti? Si potrebbe credere che siano diventati poeti o cantanti solo grazie agli sforzi fatti in questa vita, ma non è così. Riflettete sul fatto che esistono persone che hanno doti particolari, pur senza aver fatto un tirocinio preciso.”
(Summer Showers 1973, pag.37)

“Esistono tre motivi che obbligano l’uomo rinascere. Il primo è il peccato, il secondo è un desiderio non soddisfatto, il terzo è la mancanza di conoscenza, ossia l’ignoranza. Una delle ragioni primarie deriva da un desiderio inappagato e dalla voglia di rinascere per soddisfarlo. L’uomo compie azioni malvagie e commette peccati, perciò deve tornare per subirne le conseguenze, frutto della sua ignoranza. Questi sono i tre motivi che lo spingono a rinascere.”
(Summer Showers 1974, pag 243)

Se non pensate continuamente con amore a Dio, vostra unica meta, sarete costretti a peregrinare di vita in vita e arriverete a casa in ritardo.
(Discorsi di Sathya Sai, vol. III, pag. 175)
Dal libro: “ I sentieri di Dio – il Divino insegnamento di Sai Baba per trovare la pace interiore”, di Jonathan Roof – Edizioni: ECO.

“Una delle prime domande che trovate nei Veda è la seguente: “ Da dove ha preso l’uomo le qualità animali che sono in lui e che lo traggono in inganno? La loro conclusione è che, alla sua nascita, l’uomo non era completo. Prima di nascere come essere umano, egli in molte vite precedenti era nato sotto forma di animale, pianta o altre forme di vita. Le inclinazioni animali che non sono state ancora superate dall’uomo, continuano a manifestarsi dentro di lui e , perciò, durante la sua vita, egli mostra varie tendenze animalesche.
Ad esempio, ci sono persone che non sanno stare ferme un solo momento e sono, quindi, instabili sia fisicamente che mentalmente. Costoro, per quanti sforzi facciano per ottenere stabilità, non ci riescono e, giorno per giorno, nelle loro relazioni con gli altri, tradiscono questa indole volubile e inquieta. Se cercate la causa di questo comportamento, scoprirete che l’uomo, prima di nascere come tale, è nato scimmia e le caratteristiche di incostanza e di agitazione continuano a farsi sentire nella sua vita umana successiva.
Così , quando nell’uomo riscontrate delle attitudini quali la pusillanimità, l’insensatezza ed altre debolezze del genere, significa che queste tendenze si stanno trascinando fino ad oggi da vite precedenti di livello animale. L’unica cosa che resta da fare come rimedio a queste inclinazioni non umane è offrirle tutte al Signore.
Molti hanno la tendenza a rubare e questa è una caratteristica del gatto. L’incostanza, come abbiamo già detto, è propria della scimmia. L’insensatezza è della pecora. L’arroganza è del bufalo. Queste ed altre connotazioni che hanno caratterizzato le vostre vite precedenti, continuano a sopravvivere anche dopo questa vostra nascita umana e costituiscono un impedimento alla realizzazione della verità che Dio è onnipresente.”

(Discorsi di Satya Sai Baba 1988/89 volume II – Mother Sai Publications, pag. 202).

Written by amaeguarisci in: Articoli |
Jul
25
2016
-

MESSAGGIO: SIATE SEMPRE PRESENTI NEL MOMENTO PRESENTE

Wellbeing_Page_H
Cari amici, questo è il messaggio ricevuto oggi.
Che posssiamo sempre più vivere nella leggerezza e nella gioia!

Miei cari,
ogni persona ha il suo Dharma, che è il compito per il quale è scesa in terza dimensione.
Fare al meglio il vostro Dharma è la sadhana più apprezzata da Dio. A che servono ore di meditazione, ore di japamala, se poi non svolgete i compiti più elementari, se siete di peso agli altri, se non siete in grado di aiutare chi vi sta vicino, se non siete in grado di alleviare le pene di chi soffre?
Non è così che si conquista quella condizione mentale che voi chiamate paradiso.
Gli esercizi spirituali servono solo per purificare la mente, per rallentarla, per rivolgerla al Divino ed evitare così il turbinio di pensieri inquieti che vi tolgono la concentrazione, l’energia e la pace; solo a questo servono gli esercizi spirituali, non ad altro.
Non crediate di poter rompere il guscio nel quale il vostro cuore è intrappolato se non esercitate la pazienza, il servizio, il perdono, la compassione, l’amore incondizionato.
Potete stare in una foresta, sempre immersi in meditazione, ma appena vi ricordate di chi vi ha fatto un torto, ritornate a provare brutti sentimenti. Allora a che è sarebbe servito tutto quel tempo dedicato alla sadhana?
Se il vostro cuore non è ancora puro andate comunque nel mondo, vedete Me in ogni creatura ed amatela e servitela al meglio delle vostre possibilità. Dio ama un cuore puro e semplice, un cuore dove l’ego si è azzittito e messo da parte, un cuore che piange di gioia e commozione al sentir parlare delle Glorie del Signore.
Potete dichiararvi atei perché non amate una certa religione, ma ogni volta che avete amore per qualsiasi Mia creatura, in realtà state adorando Me in lei. E se anche amate solo voi stessi, è sempre Me che amate.
Non vedetemi lontano, lassù sulla nuvola, come un’entità staccata e d estranea da voi. Io sono Voi, io sono la Coscienza e l’Energia che tutto muove e che dà vita ad ogni vostro pensiero, sentimento ed azione.
Non potete estraniarvi da Me, non potete fare nulla senza che sia la mia Shakti ad agire attraverso il vostro involucro chiamato corpo.
Avete vissuto per migliaia di vite in terza dimensione, qui sulla Terra, ma ancora molto vi si deve svelare alla coscienza.
Quando avrete abbandonato preoccupazioni per il futuro, tristezze , rancori o nostalgie per il passato; quando vivrete coscientemente ogni attimo presente, la vostra mente si purificherà da sola; rimarrete allora come i bimbi, spensierati, gioiosi e meravigliati delle scoperte della vita; vivrete nello stupore, nella leggerezza e nella gratitudine che sono requisiti di un’anima pura, proprio come quella dei bimbi che, ancora uniti ai mondi superiori, non hanno abbandonato l’innocenza.
Anche i vostri amici animali vi insegnano tanto. Potete sgridare un cane, potete trattarlo male, ma poi sempre lui vi scodinzolerà, perché quando vi ha scelti od accettati come amici non vi abbandonerà mai. Un cane non si preoccupa per il dopo e non pensa al passato: ha un’anima semplice e pura, capace di incondizionato amore, capace anche di morire per salvare voi.
Siate grati per ogni creatura che metto al vostro fianco; sono sempre Io che vengo a farvi compagnia, che vengo ad insegnarvi, a farvi sperimentare, ad aiutarvi a superare tutti i tratti egoici che ancora vi legano al Samsara.
Tesori Miei, siate felici di voi! Avete sempre fatto del vostro meglio in base al vostro grado di consapevolezza. Ascoltate il vostro respiro appena potete; riducete le vostre turbinose attività che vi distolgono dal godere del raccoglimento.
Siate felici di ciò che avete e sappiate che ogni istante create e modificate il vostro destino, in base ai vostri pensieri e sentimenti che vi inducono verso certe azioni, od altre.
Questo dovete sempre ricordare: siete Manifestazioni di Dio!
Siate sempre presenti nel momento presente, ed i pensieri inconsci non vi manovreranno più come prima.
Quando non riuscite a calmare la mente, focalizzatela su di Me, vostro Divino Atma, nella Forma Divina a voi più cara. La mente avrà così le briglie e non andrà più nei reami bassi che vi trascinano nel dolore.
Presenti nel momento presente, amate e fate servizio ad ogni creatura, offrendo tutto a Me che dimoro in ognuno ed ogni cosa.
Vivete così, e le porte del paradiso interiore vi si spalancheranno!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Jul
22
2016
-

MESSAGGIO: QUANDO IMPARERETE AD AMARE ME IN VOI AVRETE RISOLTO I VOSTRI PROBLEMI

cuore acqua
Cari fratelli, ecco il messaggio che mi è arrivato oggi dal Divino Sè.
Lo condivido con amore con ognuno di voi. Siete sempre nel mio abbraccio!

Premasvarupalara, siete tutti parti preziosissime e insostituibili di Me. H o voluto questa rappresentazione, tutta questa apparente frammentazione per esprimermi in toto, per vivificare, programmare, vivere, amare, essere. Il mio gioco non è comprensibile dalla mente umana; non cercate di afferrarlo con i vostri limitati mezzi fisici e mentali… quando trascenderete la mente tutto vi sarà chiaro e semplice, come è semplice vedere un bimbo che cammina dopo il primo anno di vita.
Abbiate la pazienza. Tutto sarà chiarito, tutto sarà sdrammatizzato e vissuto come uno splendido ed appassionante gioco.
Ricadendo nell’oblio della vostra Divinità, vivendo appieno in questa dualità terrestre, avete permesso a voi stessi di sperimentare il dolore che deriva dal sentirsi separati dal Tutto.
L’ego, necessario per poter vivere in terza dimensione, è diventato così potente da impedirvi di riaccedere all’Ananda dentro di voi. Il dolore è diventato così forte da aver acquisito molta energia e, come tutte le energie, vuole continuare ad esistere; per questo l’ego vi porta a risperimentare dolore, perché ormai è diventato il padrone anziché il vostro servo.
Decidete di non nutrire più il dolore che , come un mostriciattolo nero, vuole sempre più espandersi. Avete la possibilità di ritornare al nucleo centrale del tornado, dove tutto è fermo, dove non venite sballottati dalle furie programmate dall’ego.
Rifugiatevi nel Mare Calmo della vostra anima ogni volta che potete. Ripetete il Sacro Nome di Dio, qualunque Nome a voi caro, Quel Nome che vi evoca grandezza, dolcezza, calma , forza ed Infinito Amore. Continuando a pensare a Dio, nella forma a voi più cara, sperimenterete il ritorno al vostro vero Rango Divino, sperimenterete la grandiosa sensazione di essere parte inscindibile del Meraviglioso Tutto che voi siete.
Ogni goccia del mare è il Mare. Ma voi vi siete creati intorno una bottiglietta spessa, in modo da non confondervi con il resto dell’acqua. Questa apparente separazione è la causa di ogni vostra sofferenza. Decidete di aprire il tappo di questa bottiglia che naviga nel Mare, e ridiventerete tutto il Mare. Togliere il tappo è togliere il dolore, Il dolore della separazione.
Anime antiche eterne e meravigliose, avete coraggiosamente accettato di scendere pur sapendo che avreste tutto dimenticato, pur sapendo che in questa dimensione terrestre, nell’oblio di voi stessi, avreste ricreato nuovo karma che vi avrebbe ancora legati. Ma è giunto ora il momento di trascendere il gioco e di ritornare alla vostra Vera Essenza. È la gioia di ricordare continuamente a voi chi siete, che vi porterà fuori da questo gioco che ormai avete già sperimentato, e che non vedete l’ora di concludere per tornare all’Ananda che siete.
Ogni volta che il dolore prova un sottile piacere nell’esistere, osservatelo ma poi lasciatelo andare, ricordando a voi che siete l’Atma Eterna, Infinita ed Indistruttibile.
Miei Cari, fate ciò che vi dà gioia; fate anche tutto ciò che dovete fare con gioia. Trovate la gioia del servizio, del dono alla vostra Interiore Divinità in tutto ciò che fate. Offrite tutto a Me che sono il vostro Divino Sé. Tutto ritornerà a scorrere; come un fiume che prima aveva ostacoli , tutto riprenderà a scorrere nella gioia. Rimuovete gli ostacoli dell’insoddisfazione, delle aspettative, dei continui desideri, dei rancori, delle avversità, dell’invidia; rimuovete gli ostacoli che il dolore in voi , che vuole crescere, vi mette apposta davanti affinché, eroicamente, riusciate a scavalcarli tutti.
Avete il dono del saper volare sopra ogni ostacolo, sopra ogni nuvola nera, con le ali del pensiero costante su Dio. Non sapete quanto sia efficace la Ripeteizione del Nome di Dio! Il Nome vi riporta alla Forma, il Nome vi fa gustare tutto ciò che Quella Forma rappresenta per voi. Mantenete la Forma di Dio a voi più cara; imprimetela nel cuore, negli occhi della vostra mente. Osservate più che potete questa Meravigliosa Forma che rappresenta voi stessi! Offritele tutto il vostro amore e tutte le vostre attività: scavalcherete, così, ogni ostacolo frapposto dall’ego; vi librerete leggeri negli eterei mondi della gioia, sopra le dense nuvole nere delle inquietudini, sopra ogni limite umano.
Avete questa esaltante possibilità, ma voi spesso non ci credete. Da sempre vi esorto ad identificarvi con la vostra vera Essenza Divina. Fatelo, se vi siete stufati di sperimentare il dolore, perché vi meritate tutto il bene del mondo, vi meritate tutto l’amore che voi stessi non sapete darvi!
Quando imparerete ad amare Me in voi avrete risolto i vostri problemi, che, come nuvole di passaggio, se ne andranno, uno ad uno.
Cos’altro dirvi, Miei Amati?
Siete Me, non dimenticatelo mai!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Jul
19
2016
-

GURUPURNIMA: LA FESTA DEDICATA AL MAESTRO SPIRITUALE

il mio dipinto di baba ad olio - il primo
Oggi è la festa dedicata al Guru, al Maestro Spirituale.
Il mio dolcissimo Maestro, il Purnavatar, è venuto a ricordarci che l’unico vero Guru è Dio che ci parla dall’interno; ma ogni tanto, quando perdiamo il contatto, scende in un corpo umano con tutti i Suoi pieni poteri per ricordarci, dall’esterno, ciò che più non sentiamo dall’interno; finché un giorno la Sua voce, interna ed esterna, diventa una sola voce e possiamo attingere stabilmente alla Saggezza che in noi sempre alberga.
Voglio oggi fare un tributo a Colui che mi ha ridato la vita , fisica e spirituale, a Colui che ha fatto in modo che ciò che già sapevo emergesse.
Non ho parole per descrivere la gratitudine, la gioia, l’amore che ho nel cuore per Sai Baba, per Colui che rappresenta il Tutto che ha voluto manifestarsi in una Forma comprensibile.
A Te, mio Dolcissimo Sai, offro ogni mio pensiero, ogni mia parola, ogni mio sentimento, ogni mia azione, ogni mio canto, ogni mia lacrima d’Amore e gratitudine!
A Te, mio Eterno Tesoro, offro ogni mio respiro, ogni mio attimo, ogni mio alito di vita, ogni mio sogno, ogni mio sorriso, ogni mio passo!
Possano la Tua Infinita Saggezza e la Tua Infinita Luce guidare ogni istante della mia vita, ogni istante della vita di tutti, in tutto l’ Universo!
SAMASTA LOKA SUKHINO BAVANTHU!
Vi lascio alle Sue parole:

DIO COME GUIDA

Dio è Suprema Energia (‘Mahashakthi’), mentre l’anima individualizzata (‘Jiva’) rappresenta la Forza dell’Illusione (‘Mayashakthi’). Egli è il Vero, mentre l’individuo è solo ombra, apparenza ed illusione. Persino Io devo mettermi addosso ‘Mayashakthi’, per poter venire tra di voi, come il poliziotto che si deve travestire da ladro per entrare a far parte della banda e catturarla! Il Signore non può discendere con tutta la Sua ‘Mahashakthi’. Deve venire con uno splendore ridotto, con un fulgore limitato, per poter diventare oggetto di devozione e di culto. In questo mondo effimero ed in continua trasformazione, l’Energia Immanente del Signore è l’unica Entità fissa e permanente. Per realizzare ciò che è eterno e vero, ci si deve necessariamente attaccare a quella Forza, a quel Sostentamento. Non c’è modo di sfuggire a questo sentiero. Esso rappresenta il destino di tutti, a prescindere dall’età o dalla cultura, dal luogo di origine o dalla casta, dal sesso o dalla condizione sociale. Quando camminate sulla strada, potete osservare la vostra ombra che cade sul fango o sulla sporcizia, nelle rientranze o sui dossi, sulle spine, sulla sabbia, sul terreno bagnato o asciutto. Non vi sentite scossi dal destino della vostra ombra, non è vero? Né l’ombra si sporca. Essa non si preoccupa minimamente di dove cade o di cosa deve attraversare fra mille difficoltà. Noi sappiamo che le esperienze dell’ombra non sono né eterne, né vere. Allo stesso modo, dovete convincervi che ‘voi’ altro non siete che l’ombra dell’Assoluto e che essenzialmente non siete questo ‘voi’, ma l’Assoluto stesso. Questo è il rimedio contro il dolore, le angustie e la sofferenza…(omissis).

Quando il sole si trova sopra la vostra testa, non proietta ombre. Allo stesso modo, quando la fede è salda nella vostra testa, essa non provoca alcuna ombra di dubbio. Quando gli uomini perdono la strada e vagano per le foreste selvagge, credendo di essere il corpo, le qualità (‘Guna’) o l’oggetto, l’Avatar viene a metterli in guardia e a guidarli. Mantenete intatta la fede nel Signore e potrete muovervi sicuri nel mondo. Non vi succederà niente di male! Siate come le donne del villaggio, che trasportano i vasi sulla testa uno sopra l’altro, mantenendo l’equilibrio anche mentre parlano e camminano lungo un sentiero tortuoso. Esse non dimenticano od ignorano il loro carico, né la meta che devono raggiungere. Esse sono vigili e consapevoli delle difficoltà che si trovano sulla via, dei sassi e delle buche. È la loro concentrazione interiore a determinarne il successo.

Un giorno o l’altro tutti devono uscire di scena. Quel momento non deve essere un momento di angoscia. Si deve andar via con grazia, con un sorriso ed un inchino. Per poterci riuscire è necessaria una lunga preparazione. Andarsene, lasciando tutto ciò che si è accumulato durante una vita intera, è un compito arduo. Perciò, preparatevi a quel momento, rinunciando d’ora in poi all’attaccamento ad una cosa dopo l’altra. Nei sogni voi vedete molte cose e ne acquisite molte altre: potere, denaro, condizione sociale e reputazione, ma quando vi svegliate non piangete per la perdita, sebbene per la durata del sogno fosse tutto molto reale e vi desse vera soddisfazione e gioia. ‘Si trattava di un sogno’, dite a voi stessi. Che cosa vi vieta di trattare con simile noncuranza i beni che avete accumulato durante lo stato di veglia della vostra vita? Coltivate questa attitudine e potrete andarvene con un sorriso quando il sipario calerà sul palcoscenico di questa terra di sogni.

Per convincere voi stessi di tutto questo, la cosa migliore è avvicinare un precettore spirituale (‘Guru’) che conosca la Verità per averla sperimentata e le cui attività giornaliere riflettano questa realizzazione. Il Guru è così chiamato perché la sillaba ‘GU’ significa ‘Gunathitha’, cioè ‘Colui che ha trasceso i tre ‘Guna’ (‘qualità’)’ – ‘Thamas’, ‘Rajas’ e persino ‘Sattva’ (ignoranza, passione e virtù) – mentre la sillaba ‘RU’ si riferisce a ‘Rupa Varjitha’ (‘Colui che ha afferrato l’aspetto senza forma di Dio’). Naturalmente, si può arrivare a questo stadio solo attraverso la sublimazione delle qualitá più basse in quelle più alte, ignorando stabilmente e coscientemente la parte svolta dal Nome e dalla Forma. Negli stadi preliminari della disciplina spirituale (‘sadhana’) il Nome, la Forma e le Qualità hanno tutti un ruolo nel plasmare lo spirito. Il Guru distrugge l’illusione e diffonde la Luce. La sua presenza calma e conforta. Questo è il motivo per cui questo giorno, che è un giorno di luna piena (‘Purnima’) è consacrato al Guru, che dev’essere convenientemente onorato. Inoltre, la Luna è la Divinità che presiede alla mente, e ‘Pournami’ è il giorno in cui la mente diventa pienamente benefica. Naturalmente, dovete sapere che cos’è che avete perso, per poter cominciare la ricerca e ritrovarlo! Il Guru molto spesso deve dirvi che avete dimenticato il vostro vero nome, o che, senza esservene accorti, avete perso la parte più preziosa di voi stessi. Il Guru è il medico per la malattia che provoca la sofferenza dell’alternarsi delle nascite e delle morti. Egli è uno specialista del trattamento necessario per curarla. Se non trovate un tale Guru, pregate il Signore Stesso di mostrarvi la strada, ed Egli sicuramente verrà in vostro aiuto.

Prasanthi Nilayam, Guru Purnima, 1.08.1956.

(da: ‘Sathya Sai Speaks’ vol. 1/n.3 – 1953/60)

Written by amaeguarisci in: Articoli |
Jul
13
2016
-

MESSAGGIO: ESISTO SOLO IO, QUELL’IO CHE TUTTO E’

le-piu-belle-immagini-damore-per-san-valentin-L-eOtgPz
Carissimi, ecco il messaggio che è scaturito oggi dal Divino Sè.
Siete tutti nel mio abbraccio!

Figli Miei Adorati, il cielo che cercate è dentro di voi. Avete nostalgia di altre dimensioni, ma perdete il concetto che tutte le dimensioni sono in voi, in ogni vostra cellula: nel micro c’è il macro.
In questo universo olografico nulla è al di fuori di voi.
Molti di voi cercano di scappare da questa dimensione terrestre, perché davvero dura è la vita per l’anima che eroicamente si cimenta in questa avventura.
È come un gioco, un labirinto del quale dovete trovare la via d’uscita: la via d’uscita dal dolore, dalle paure, dalle angosce…e avete uno strumento indispensabile per trovare questa via: la Luce dell’Amore. Il faro che vi porta in porto sicuro è solo questo Amore che avete dentro da sempre, è la vostra Natura, è la vostra Vera Realtà. Manifestatela al meglio!
Siete benedetti con un corpo che ha i sensi per poter gustare e sperimentare suoni, colori, morbidezza, ecc. Potete testare la materia, la bellezza e la durezza della materia; potete sperimentare il corpo emotivo, così intenso! Le anime anelano a sperimentare qui sensazioni ed emozioni perché questa è una validissima palestra d’addestramento. Qui tutto è amplificato. Non potete temere di non riuscire a sperimentare; ogni minuto in terza dimensione è una prova . Ma voi, Anime Immortali, ma voi, Tesori Inestimabili, avete ogni potere, ogni capacità per superare queste prove.
L’involucro fisico può venire toccato, anche quello emotivo e mentale, ma il vostro nucleo è inattaccabile: puro ed integro sempre. Siete protetti, siete Anime Eterne ed Infinite. Non fatevi abbacchiare dai falsi limiti: sono illusioni.
In voi c’è una capacità tremenda e stupenda allo stesso tempo: quella di creare, plasmare la realtà; lo fate sempre con i vostri pensieri, con i vostri sentimenti, con le vostre aspettative, con ogni parola ed ogni azione che scaturiscono dai pensieri e sentimenti, poiché alla base di tutto ci sono proprio i pensieri uniti ai sentimenti; ecco perché anche nel corpo di Gesù dicevo di non peccare in pensieri, parole ed azioni.
Al primo posto vengono i pensieri. E voi sapete da dove scaturiscono i pensieri che attraversano la vostra mente? Alcuni sono vostri, ma i pensieri sono ovunque, nell’etere; sono i pensieri trasmessi dagli altri,dalla società, dai mass media, dai vostri avi, dai luoghi che frequentate e che ne sono intrisi. Siete sicuri che ciò che pensate lo avete scelto deliberatamente?
I pensieri sono come i virus che si contagiano.
Importante è avere la discriminazione dell’intelletto, che vigila sulla mente ordinaria, la discriminazione che vi consente di trattenere e seguire certi pensieri, o lasciarne andare altri, come nuvoloni neri, senza seguirli.
Distaccatevi da ciò che voi non siete: non siete il corpo, né i pensieri, né le emozioni.
Soffermate i sensi sul bello ed il buono, ed i pensieri buoni seguiranno di conseguenza.
Più veri sono i sentimenti, perché legati e scaturiti dall’anima. Coltivate i buoni sentimenti che derivano dalla consapevolezza di non essere entità a sé stanti, di essere un tutt’Uno col Tutto. Questa consapevolezza vi allevierà da tante pene.
Tutti i dispiaceri derivano dall’identificazione col corpo e con la mente.
Ma quanto più grandi siete? Infinitamente più grandi, infinitamente più belli, infinitamente degni del Massimo Amore! Perché siete voi stessi Quel Massimo Amore che si è divertito a prendere innumerevoli forme. Questo siete, voi che chiamo “figli” perché la vostra mente , spesso, ancora non accetta il fatto che in verità siete il Padre Stesso che ha deciso di fare varie rappresentazioni teatrali.
Ora vi chiamo figli perché così vi sentite, ma poi siate pronti: perché Io sono Voi, e questa è la vostra voce che vi parla dall’interno.
Esisto solo Io, quell’Io che Tutto E’. Amatevi, quindi, immensamente! Amate, quindi, immensamente!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Jul
12
2016
-

DA UN DISCORSO DI SAI BABA AI SUOI STUDENTI : FOCALIZZATE LA VOSTRA MENTE SUL PRINCIPIO ATMICO

mio dipinto di baba ad olio- il secondo
Cari amici, oggi riporto uno stralcio di un discorso che Sai Baba fece ai Suoi studenti, il 4.6.2009.
Le Sue parole di Verità ci insegnano a trascendere ogni differenza, ad amare ogni essere in quanto tutto e tutti sono manifestazioni dell’Uno, di quell’unico Dio che ha preso innumerevoli forme.
Non ci sarebbero più guerre e tribolazioni in Questa Santa Terra, se sempre più persone venissero a conoscenza della Verità.
Che ognuno di noi possa percepire la Verità, andare oltre l’illusione della diualità e percepire davvero, nel cuore, che siamo tutti UNO!
Vi lascio alle Sue preziose parole.

Dio è Uno ed è l’unica Realtà; non esiste un secondo. Quando pensate a Lui come Krishna, Egli vi si manifesterà in quella Forma. Quando pensate a Lui come Vishnu, Egli si manifesterà come Vishnu. Tutte queste Forme, però, fanno parte della vostra immaginazione e non corrispondono alla realtà. È tutta opera della mente. Pensate che Dio si manifesti davanti a voi quando intraprendete pratiche spirituali come l’adorazione, i rituali, gli yajña e gli yâga (pratiche spirituali). È solo la vostra immaginazione, e la mente ne è la causa. Dovete continuare la vostra sâdhanâ (esercizi spirituali) finché non trascendete la mente. Essa indulge sempre nell’immaginazione. Dovete andare oltre la mente e focalizzarvi solo sull’Âtma. Esso non ha forma. Dovete comprendere che l’Âtma, senza forma e attributi, è la sola verità e pervade l’intero universo.
La creazione emerge dalla Verità e si fonda in Essa.
C’è un luogo, nel cosmo, dove la Verità non esista?
Visualizzate tale pura e immacolata Verità.
Ovunque guardiate, la Verità è là. La Divinità è la forza vitale che è immanente in tutti gli esseri compresi gli insetti, gli uccelli e gli animali. Perciò, a chiunque incontriate, offrite i vostri riverenti omaggi. Che cosa significa? Non è alla persona che dovete offrire i vostri omaggi, ma al Principio Atmico presente in essa. Perciò, anche se incontrate una pazzo, dovete offrire i vostri omaggi all’Âtma presente in lui. Eccetto Dio, nel mondo non esiste altra entità.
Ekameva advitîam brahma
Dio è Uno senza secondo.
Ekâtma sarva bhûtântarâtma
L’unico Âtma risiede in tutti gli esseri.
Quando riempite con l’acqua mille recipienti, il riflesso del sole è visibile in ognuno di essi. Significa forse che ci sono differenti soli in tutti i recipienti? No. Il sole è soltanto uno. Tutti i corpi sono come recipienti. È lo stesso Âtma a riflettersi in tutti loro. Tutto è reazione, riflesso e risonanza. Voi udite l’eco della vostra voce, vedete la vostra immagine riflessa nello specchio. In egual modo, dovreste vedere la vostra immagine riflessa in tutti gli esseri. Se amate qualcuno, significa che amate voi stessi; se detestate qualcuno, significa che detestate voi stessi. Voi pensate che ogni cosa che accade sia opera di Dio; di fatto, voi stessi siete la causa di ogni cosa. Se detestate o amate qualcuno, Dio non ha nulla a che fare con ciò. Dio è sempre stabile, puro, disinteressato, immutabile e senza attributi. È a causa della vostra ignoranza se immaginate che Dio abbia attributi. Perciò, non attribuite a Dio alcuna particolare Forma per adorarLo. Focalizzate la mente sul Principio Atmico presente in voi e considerateLo quale vostro Dio.

Prashânti Nilayam, 4 giugno 2009,
Auditorium dell’Università Shrî Sathya Sai
(Tradotto da: “Sanâtana Sârathi”, agosto 2009)

Written by amaeguarisci in: Articoli |
Jul
07
2016
-

MESSAGGIO: LE PAROLE POSSONO UCCIDERE, LE PAROLE POSSONO GUARIRE

shutterstock_51092698
Cari amici, anche oggi ho chiesto al mio Amato Maestro di scrivere attraverso di me, di suggerirmi ogni parola.
Poichè Sai Baba ci ha sempre detto di essere il nostro stesso Sè Divino, che ha fatto un salto fuori dal nostro cuore per poterlo meglio ascoltare, non voglio dare etichette ai messaggi che ricevo e che scrivo con grande velocità, consapevole che Lui è la parte più profonda di me, di tutti, di tutto.
Chiamerò questi messaggi : “Messaggi dal Divino Sè”.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Figli Miei Adorati, parti insostituibili e preziose di Me,
le parole possono uccidere, le parole possono guarire. Gli sguardi possono uccidere, gli sguardi possono guarire.
Dai vostri occhi possono uscire raggi d’amore che restituiscono salute e benessere, o fulmini distruttivi.
Ciò che cambia natura all’Energia Divina, che è sempre la stessa, è il sentimento che sta alla base delle parole, dello sguardo, delle azioni.
Qualcuno dice: “ Ma non le ho fatto niente… perché non mi guarda più?”… ma voi con quale occhi l’avete guardata prima, con quale sentimenti l’avete pensata?
C’é un linguaggio silenzioso, che va oltre il potere delle parole: quello che emanate viene accolto e recepito dall’inconscio delle altre persone, degli animali, di tutto ciò che vive. Tutto il creato reagisce alle vostre vibrazioni. Nessuno può pensare di nascondersi: tutti sentono tutto; ma il più delle volte non riuscite a portare a livello cosciente il vostro sentire, e quindi non sapete perché una certa persona non vi piaccia o vi attiri molto.
Miei cari, state attenti ad ogni pensiero che fa scaturire ogni vostra parola. Quando siete arrabbiati allontanatevi, non permettete alla vostra rabbia, che non siete voi, di fare disastri. Non permettete al vostro misero ego di rovinare rapporti per orgoglio, per superbia, per invidia, per rabbia. Non permettete alla vostra natura inferiore di giostrarvi al punto da rovinare l’energia intorno a voi, rimarreste sempre più tristi e soli facendo così!
Abituatevi ad essere testimoni dei vostri pensieri, a lasciarli scorrere, a non seguirli quando sono negativi. Ricordate che non siete la vostra mente, ma Colui che la può dirigere, a piacimento, o su un fiore, o su un escremento. Non lasciatela libera, come la mosca, di andare ovunque, di posarsi ovunque e così di sporcarsi.
Avete viaggiato per tante vite per riuscire a tenere controllata la mente, per riuscire a rimanere in quello stato di Grazia che chiamate beatitudine. Il segreto sta nell’ essere testimoni dei propri pensieri.
E come fare a rimanere più distaccati dal coinvolgimento dei sensi, delle emozioni turbolente? Abbiate sempre Me in mente, abbiate nel vostro occhio interiore la Forma Divina a voi più cara, sempre! Sapendo che “Quello” siete sempre voi.
Fate tutto come una sacra offerta al Divino Sé. E’ il Divino Sé che agisce , che sperimenta, sempre a beneficio di Se Stesso.
Abbiate il coraggio di elevarvi al vostro vero rango Divino. Non sentitevi mai pusillanimi, inermi, impotenti ed indegni. E’ il vostro ego che vuol farvi sentire così, per impedirvi di identificarvi col Tutto che siete. Il Piccolo ego che ha paura di morire è sempre pronto a boicottarvi nei tentativi di riacquisizione della Consapevolezza Divina.
Figli Miei Adorati, quanta strada, quante esperienze, quanta vita, quanto amore! Sempre l’amore è all’opera. Anche un avido ama: in modo distorto ama i suoi beni; in modo distorto un egoista ama se stesso; in modo distorto un ladro ama gli oggetti e il denaro di cui si appropria; in modo distorto il geloso ama una certa persona… ecc.
Tutto è Amore, tutto è Energia Divina. E’ l’uso che ne fate a cambiare tutto. Ma la legge eterna del karma riequilibra sempre ogni eccesso, ogni fuoco acceso . Tutto torna, tutto succede, tutto riappare a chi lancia i “boomerang” nell’etere.
Siete sicuri di avere buone abitudini? Attenti, quindi, ogni istante al momento presente: potete sempre cambiare il modo di pensare, vedere, parlare e fare. Potete sempre,con un atto deliberativo, decidere il meglio per voi e per tutto il creato.
Ogni vostra emanazione raggiunge il Tutto modificandolo. Apportate gioia, fiori ed amore! Lanciate petali di rosa e zampilli di dolcezza ; lanciate sorrisi e allegria nell’etere! Siate emanatori di ciò che siete: Amore in movimento, Amore in azione!
Non lasciate che la pura Energia d’Amore venga distorta dal filtro dell’ego. Siate canne vuote dove il vento possa soffiare e suonare la meravigliosa musica Divina!
Andate! Siate! Amate!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
Jul
01
2016
-

MESSAGGIO: SIETE IL SOLE CHE IO SONO

images (24)
CARI AMICI, ecco le parole che ho ricevuto oggi per tutti noi.
Gioia e luce a tutti!

La gente speciale si sente gente comune, e la gente comune si sente speciale.
La persona che ancora non ha superato l’ego trova diletto a farlo crescere sempre più, ed in questa corsa sfrenata crede di valere molto. E’ solo questione di stordimento, di oblio della propria Vera Natura.
E’ il gioco dell’ego quello di voler crescere per farvi sentire separati e speciali, per farvi sentire più validi, più degni di essere amati ed ammirati, oppure per farvi sentire miseri ed impotenti. Ma quali sono le qualità che accrescono l’ego? Proprio quelle che non portano alla visione del Tutto, proprio quelle che vi impediscono di destarvi dal sogno. Sognate di essere validi banchieri, uomini d’affari o eccezionali amanti, ecc.: è solo un sogno. Chi è Colui che ha talento ? L’Energia Divina in voi è ciò che tutto può raggiungere, in qualunque campo, non l’intelligenza dell’ego.

Le persone umili sono proprio quelle che hanno già trasceso l’ego e quindi non si sentono “qualcuno di grande e speciale”; semplicemente trovano la Grandezza e la Magnificenza di Dio ovunque, e ovunque La adorano e La onorano.
Sono umili perché gioiscono dei raggiungimenti degli altri, gioiscono delle gioie altrui; e se anche vedono le sofferenze riescono ad accettarle, nella consapevolezza che le malattie e le sofferenze in genere sono scelte dell’anima per riacquistare consapevolezza.

Le persone dal cuore grande non sono consapevoli del proprio valore. Per loro è normale la condizione d’amore in cui vivono, è normale il loro atteggiamento nel dare senza aspettarsi nulla in cambio; è normale amare per il piacer d’amare. Come l’acqua del fiume scorre perché questa è la natura del fiume, l’amore in queste persone scorre perché questa è la loro natura.
In verità questa è la natura di tutti, ma non tutti hanno terminato il processo di purificazione ; non tutti hanno trasceso l’ego e per questo, la spessa coltre che ricopre il loro splendido “ Sole Interno”, non permette ancora loro di far scorrere la luce, di brillare.
Quel Sole è ovunque; se non Lo si vede è perché offuscato dalle nubi dei desideri, dell’invidia, della rabbia, della cupidigia, della lussuria, di tutte le false credenze… che spessa coltre nera! Ma in un soffio la si può rimuovere e tornare ad essere come il faro che sparge la luce ovunque. Questo state cercando di fare, questo state cercando di raggiungere! E le malattie, i duri momenti della vita, vi servono a farvi percepire ciò che altrimenti vi sfugge.

Figli Miei Adorati, anche il dolore è un’illusione, anche la coltre con la quale vi siete avvolti è un’illusione. Il Sole non smette di essere il Sole solo perché le nuvole lo ricoprono.
Un giorno tutto vi sarà chiaro. Un giorno sarete felici di ogni vostro momento passato qui, nella gioia o nella sofferenza, nella salute o nella malattia, perché saprete che tutto vi ha portati a ricordare, a risperimentare la bellezza dell’Amore che emana a prescindere, sempre ed ovunque.
Amori Miei, siete Me, siete il Sole che Io Sono. Amatevi ed amate!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes