Crea sito
May
30
2016
-

SAI BABA: L’UNICA FORMA VERA DI DIO E’ L’ATMA

received_m_mid_1398503781048_33f18a12cbf49f7828_0
Cari amici, oggi riporto uno stralcio di un discorso di Sai Baba del 23.2.2009.

Due anni prima della Sua dipartita Egli stava preparando i Suoi devoti al distacco dal Suo corpo fisico.
L’aveva già fatto gradualmente, uscendo di meno, uscendo dapprima in sedia a rotelle, poi in un’auto scoperta, infine in auto con i finestrini chiusi.
Durante gli ultimi viaggi che avevo fatto a Prashanti Nilayam (l’ultimo nel gennaio 2011, tre mesi prima della Sua dipartita), avevo proprio intuito il Suo intento di abituarci, piano piano, a staccarci dalla Sua Forma fisica.
Noi tutti, allora, pensavamo che Egli avrebbe lasciato il corpo a 96 anni(come aveva predetto) secondo il calendario romano, ma Lui già ci stava preparando alla scomparsa del Suo corpo fisico che, secondo il calendario vedico lunare, sarebbe avvenuta dopo due anni; infatti, secondo il calendario vedico, quando lasciò il corpo aveva 96 anni.

Avevo scritto una lettere a Baba, nella quale Gli chiedevo che quando Egli avrebbe lasciato il Suo Corpo mortale, io L’avrei sentito forte dentro di me da non cadere in tristezza, come fecero i Pandava ai tempi di Krisna.
Swami ascoltò le mie parole, ed il giorno di Pasqua del 2011, il 24 aprile, quando appresi che aveva lasciato il corpo, ebbi dapprima un pianto di emozione e, subito dopo, la gioia di sapere che il Suo Corpo aveva smesso di soffrire per noi, visto che gli ultimi anni aveva preso molto male su di Sé proprio per aiutare l’umanità (questo mi fu riferito da Lui in sogno).
Piena di gratitudine posso dire che mai L’ho sentito distante o separato da me; a conferma che sempre ascolta le preghiere sincere che dai nostri cuori escono, se queste preghiere portano a noi beneficio.
Vi lascio ora alle Sue parole:

“Il Dio senza forma si manifesta con un nome ed una forma particolari a seconda dei desideri dei devoti, per esaudire le loro aspirazioni. Dio è senza forma e senza attributi; sono i devoti ad attribuirglieli per loro soddisfazione.
Tutti i nomi e tutte le forme sono evanescenti e falsi (anitya e asatya) e l’unica forma vera ed eterna di Dio è l’Atma. Tutto può cambiare nel mondo, ma l’Atma non cambierà mai. Tutto l’Universo è contenuto nell’Atma. Questo si chiama “Coscienza Divina” o “Aham” o “ Brahman”.
La gente fraintende la Verità Eterna attribuendole molti nomi e forme.
Quando il Dio senza forma ne assume una (Avatar) è naturale per gli esseri umani meditare su Tale Forma e adorarla. La gente nel farlo prova molta soddisfazione e sperimenta beatitudine. Tutto va bene finché quella forma rimane, ma, quando essa cesserà di esistere, che cosa farete?
La felicità e la beatitudine che traete dall’adorazione di una particolare forma di Dio nascono solo dalla vostra illusione. L’involucro fisico dura soltanto per un certo periodo e poi cessa di esistere. La Divinità, in seguito, assumerà altre forme.
Quando il mio corpo scomparirà non dovrete sentirvi tristi!
Per esempio, ora voi siete attaccati a questo Mio Corpo fisico, Lo adorate e ne traete grande soddisfazione e beatitudine, ma fra qualche tempo questo corpo scomparirà come per l’Avatar precedente (Shirdi Sai Baba). Non dovrete sentirvi tristi. Quando l’Atma Divino incarnato in Questo Corpo fisico raggiungerà la Sua Eterna Dimora sarà occasione di gioia, non di tristezza…

Il corpo è formato di cinque elementi
ed è destinato a morire un giorno o l’altro,
ma l’Abitante interiore
non ha né nascita, né morte,
non ha attaccamenti di alcun genere
ed è l’Eterno Testimone.
In verità, l’Abitante,
che è nella forma dell’Atma,
è Dio Stesso.

Quindi non considerate mai permanente il corpo fisico. I corpi vengono in esistenza in relazione al momento ed alle circostanze. Una volta che il tempo concesso è trascorso, essi semplicemente scompaiono. Anche le esperienze avute dal corpo fisico spariscono. Se, considerando reali i corpi fisici, desiderate avere oggi il darshan del Signore Krisna (l’Avatar del Dvapara Yuga) ciò sarà forse possibile?
Quando comminava con quel corpo apparve a Mathura, Brindavan, Gokul, Dvaraka, ecc., rendendo felice la gente con i Suoi darshan, sparshan e sambhashan (visione, contatto e conversazione).

Prendete come esempio le lampadine elettriche: ognuna ha un diverso voltaggio e dura per un certo periodo di tempo. Gli Avatar sono come delle lampadine elettriche.
nel tempo Dio si è incarnato nelle forme di molti Avatar. Non restate attaccati alla forma fisica di un particolare Avatar, ma alla Divinità, il Parabrahma senza forma e senza attributi, che si è manifestato sotto la forma dei diversi Avatar nelle varie ere…
Gli Avatar vengono, compiono la loro missione e scompaiono, perciò dovete meditare sulla Divinità che è reale ed eterna.

Nella pratica spirituale (sadhana) ci sono tre aspetti: concentrazione, contemplazione e meditazione. In questo momento state tenendo fisso il vostro sguardo su Questa Forma e questa è concentrazione. Quando Questa Forma se ne va, per qualche tempo continuate a guardarla con gli occhi della mente e questa è contemplazione. Come risultato di questo esercizio, Questa Forma si imprime permanentemente nel vostro cuore e questa è meditazione. Se continuate a meditare in questo modo, la Forma resta nel vostro cuore in modo permanente.
Al momento voi state limitando la vostra sadhana alla concentrazione ed alla contemplazione. Questi due sono stati transitori. E’ vero che il primo passo della sadhana è la concentrazione. La concentrazione deve essere trasformata dapprima in contemplazione e più tardi in meditazione. Nello stadio finale della meditazione continuerete a visualizzare la Forma di Dio anche se chiuderete gli occhi.
Gli antichi rishi (saggi) adottarono questa forma di meditazione e questo è il motivo per cui Dio si manifestò loro, ogni volta che lo desiderarono, parlando ed esaudendo i loro desideri. Il Supremo Sé senza forma e senza attributi è immutabile ed eterno. Egli rappresenta la Realtà Ultima ed è conosciuto con molti nomi diversi, quali Rama, Krisna e Sai. Non fate distinzioni in base a essi perché il Parabrahma trascende i nomi e le forme.
Installate questa Realtà Ultima nell’altare del vostro sacro cuore e meditate costantemente su di essa.”

Tratto da: “Mother Sai” n. 3 anno 2009 – pagg. 4/7

Written by amaeguarisci in: Articoli |
May
25
2016
1

MESSAGGIO DAL DIVINO SE’: LA VITA E’ UN’OPPORTUNITA’ MERAVIGLIOSA

persone-felici
Carissimi ,
Questo è il messaggio che ho ricevuto oggi dalla parte più profonda di Me, di Te, di Tutti.
Siete sempre nel mio abbraccio!

Tesori Miei, la vita è adesso, è un’opportunità meravigliosa, anche e soprattutto quando sono tante le difficoltà e le prove da superare. Ogni volta che superate una difficoltà non siete forse più forti e più felici?
Siete voi che avete deciso di scendere in questo spazio-tempo. Nessuno vi ha imposti questo dall’esterno. Sapevate già che sarebbe stato un groviglio di piaceri e dispiaceri, gioie e difficoltà; ma proprio questo volevate sperimentare questo tipo di vita: per crescere sempre più in consapevolezza, per raffinarvi, come fa l’orefice con l’oro.
Ogni vita avete imparato qualcosa di più; ogni vita avete lavorato per riportare a galla la vostra Maestria, la vostra Grandezza, la vostra Divinità.
Non prendetevela col mondo intero, non arrabbiatevi con un Dio estraneo a Voi: nessuno è al di fuori di voi, niente esiste che non faccia parte di Noi. Come in ogni cellula del corpo umano c’è il DNA, in ognuno di voi c’è il disegno del Tutto. Non c’è una cellula, un atomo che sia in voi che non contenga il messaggio, il disegno, l’essenza del Tutto che voi chiamate Dio.
Ecco, Miei Cari, quante volte vi ho detto: “ Io sono voi, voi siete Me”. Voi non l’avete compreso: continuate a pregare qualcosa di estraneo a voi, quando Io (quell’Io che tutti definiscono come se stessi) sono Colui che muove ogni cosa, che fa nascere ogni cosa, dissolvere ogni cosa. Come l’onda si alza dal mare e poi torna giù, voi vi separate momentaneamente dal Tutto, pensate di essere qualcosa di diverso, nella vostra ignoranza, ma poi vi rituffate nel Tutto e riprendete tutte le forme, di tutte le onde.
Comprendere chiaramente questo concetto vi aiuta a sostenere le durezze della vita, vi aiuta a sdrammatizzare, a dare diverse priorità nella vostra vita quotidiana.
Tutto ciò che pensate siano cose estremamente importante: come la carriera, la ricchezza, la famiglia, la posizione sociale, ecc… sono, in realtà, tutte cose effimere. Queste servono come cornice, come complemento alla vostra vera vita, ma voi identificate tutto ciò come fossero le cose essenziali, come fossero la vita stessa.
Miei cari, lavorate con spirito di dedizione, lavorate con tutto l’amore e il vostro impegno, ma non fate del vostro lavoro lo scopo della vostra vita! Il lavoro serve per vivere , per sostenere il corpo, ma la vostra salute, i vostri talenti a cosa vi servono? Solo per lavorare? Li avete avuti in dono per poter servire , per poter portare aiuto, sostegno e benedizione a chiunque incontriate; perché l’altra “onda” che vedete, è sempre voi: lo stesso “ Mare”.
Miei Adorati, sentitevi felici anche quando pensate di non avere le condizioni per esserlo: sarà questa sensazione a portare le condizioni per continuare a sentirvi sempre più felici!
Ringraziate per tutto ciò che avete, anche per le cose semplici e banali che voi date per scontate. Forse tutti riescono a camminare, o a respirare bene, o a mangiare? Eppure sembra che a voi tutto debba essere dato per scontato. Iniziate, quindi , la giornata ringraziando con gioia per le piccole grandi cose che avete! Ringraziate per l’opportunità che avete avuto nascendo in questo corpo umano, così prezioso con i suoi sensi fisici ed interiori, per poter proseguire nel cammino della rimembranza e della consapevolezza di chi siete.
Ora i tempi stanno cambiando, tutto ciò che è marcio è destinato a venire alla luce e ad essere trasmutato. Non abbiate paura della luce, lasciate che tutto emerga, perché presto il Pianeta sarà libero da tante tribolazioni, da tante disarmonie che voi chiamate ingiustizie. Dovete crederci! Siete venuti ora proprio per assistere a questo cambiamento. Non tutti lo faranno nello stesso momento. Per molti potrà sembrare che nulla sia cambiato; è il karma di ciascuno, sono i pensieri ed i sentimenti di ciascuno a proiettarvi in una dimensione diversa o rimanere nella solita grigia realtà.
Decidete di volare sopra le nuvole dei rancori, del vittimismo, della rabbia, della cupidigia, dell’ira, dell’ignavia, della gelosia ed invidia. Volate oltre, sopra queste nuvole nere che più non vi si addicono, e riscoprirete quella gioia che non trovate ancora: la gioia del contatto con Me, che sono il vostro Divino Sé!
Non ripetete, come un disco inceppato, sempre gli stessi errori! Un giorno vi stancherete e vorrete solo il cibo più puro per i vostri sensi: il cibo adatto agli Dei.
Riempitevi di Bello, di Buono, di Eterno, di Divino!
Questo siete, da sempre e per sempre.
Vi adoro, come voi adorate Me!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
May
17
2016
-

MESSAGGIO: IL DIO CHE VOI SIETE HA SCELTO TUTTO QUESTO PER SPERIMENTARSI

felicità
Cari amici, questo è il messaggio che oggi ho ricevuto.
Buona lettura!
Vi abbraccio tutti!

Nel vostro cuore avete tutti i tesori del mondo, ma sempre li cercate all’esterno. Cos’è che vi manca? Avete pochi soldi, avete poco prestigio, avete poca salute, avete poco di tutto? Ma sapete per voi qual è la misura giusta per ogni cosa? Sapete cosa vi occorre sperimentare, cosa vi occorre provare per poter finalmente attingere al vostro pozzo interiore? Voi avete ciò che vi serve in questo momento per poter attivare la tecnologia interiore.
Se tutti foste sempre nell’abbondanza di tutto, non fareste nessuno sforzo per migliorare il vostro carattere, nessuno sforzo per utilizzare le innate capacità interiori. Non vi fareste nessuna domanda, e vivreste sempre come la “Bella addormentata nel bosco”.
“Il bisogno aguzza l’ingegno”, è sempre stato così, Miei cari. Voi siete messi alla prova, ma non da un Dio esterno a Voi, ma da voi stessi, da Me che sono il vostro Divino Sé.
Avete scelto voi questa dura scuola terrestre, non con la mente ordinaria, ma il Dio che voi siete l’ha scelta per sperimentarsi, per riprendere piena coscienza di Sé. E’ un gioco, il Mio, che pochi comprendono, perché non è con la mente ordinaria che comprenderete, ma solo quando accederete alla totalità del vostro Essere, tutto il disegno vi sarà chiaro.
Io non gioco a dadi, non butto cose qua e là, a caso: tutto è perfettamente ordinato, in base alle leggi universali, come quella del karma.
Tesori Miei, abbiate amore e compassione per voi e quelle parti di voi che chiamate altri; sono lì per farvi vedere qualcosa che ancora non avete capito, o per rispecchiarvi nella loro magnificenza, nel caso in cui l’avreste scordata, o per farvi vedere vostre debolezze che non avete ancora superato.
Nel cammino sono innumerevoli le prove e gli ostacoli: spine, sassi, dirupi, salite e discese… sì, Miei Cari, tutto fa parte del percorso che avete scelto per diventare sempre più forti e consapevoli. Ma voi avete sempre le capacità e la forza per superare ciò che vi mette alla prova. La debolezza di oggi sarà la vostra forza accresciuta di domani. Il dolore di oggi sarà la maggiore felicità di domani; sempre che sappiate comprendere la lezione che le prove vi insegnano. Se ogni volta vi arrabbierete di più, le prove saranno infinite, e sempre più dure. Solo così, un giorno , vi arrenderete e la smetterete di dibattervi contro voi stessi, contro il vostro Nucleo Divino.
Quando i subalterni non ubbidiscono al Comandante, la nave va in rovina. Quando riprenderete a seguire la Voce Interiore, e non l’ego che vi spinge a reagire con violenza e vittimismo, allora tutto si quieterà, tutto riprenderà un ritmo più dolce, e potrete finalmente vedere la bellezza, in voi e attorno a voi.
Se decidete di avercela con il mondo intero escludete l’autoanalisi e l’ego ogni volta si rafforza, tenendovi sempre più schiavi del suo gioco. Ogni energia vuole rimanere viva e forte; il vostro ego fa di tutto per non sminuirsi, ma vi rende schiavi e vi porta ogni volta alla sofferenza, alla solitudine, all’insoddisfazione. Chi ama stare vicino ad una persona egoistica che pretende sempre di aver ragione e che tratta in malo modo chiunque tenti di esprimere un pensiero diverso? Chi dovete biasimare? Solo questo vostro ego, che finora avete nutrito a sazietà.
Lasciatelo un po’ stare questo vostro ego prepotente; ascolatevi dentro, abbiate il coraggio di dire: “No! Così non va: ora voglio solo ascoltare e nutrire la parte più saggia e profonda di me!”
Smettetela di sentirvi bambini sgridati, rifiutati e puniti: fate tutto voi, da soli. Siete voi che nel vostro inconscio vi sgridate; siete ancora voi che vi punite, boicottando le iniziative che possano portarvi beneficio e ricordo di voi; siete voi che ogni volta fate di tutto per non ammettere che finora avete seguito abitudini sbagliate nei pensieri, parole ed azioni. Con chi prendersela? Con chi, essendo molto diverso da voi, vi ricorda il vostro fallimento? Con un Dio estraneo a voi?
Ma quando, Miei Figli Amati, imparerete ad amarvi ed accettarvi per come siete? Solo in quel momento la smetterete di criticare tutti e tutto e di avercela col mondo intero. E’ la critica interiore che avete verso voi che buttate all’esterno, ma ciò alla lunga non vi serve, vi autolimita, vi impedisce di vedere la realtà e di modificare le vostre abitudini . Il carattere è importantissimo: da questo dipende tutto il vostro futuro. E sono le abitudini di pensiero parola ed azione che l’hanno forgiato.
Incominciate da piccole cose. Incominciate a decidere di volervi conoscere di più per apprezzarvi. Incominciate a mandarvi amore, ad amare ciò che chiamate Dio, nella forma a voi più cara. Questo vi aiuterà a far tacere l’ego, a metterlo un po’ “a nanna”, a quietarlo; e finalmente ascolterete la voce interiore che potentemente vi guida verso la felicità
Amori Miei, se vi amaste quanto Io vi amo, se mi riconosceste come vo stessi, allora non spargereste più intorno a voi sentimenti, pensieri e parole poco amorevoli; la smettereste di continuare un gioco così doloroso che vi guasta il sapore meraviglioso della vita.
Vi benedico, affinché ognuno di voi si svegli alla Consapevolezza Divina per poter finalmente apprezzare il tutto, e vivere come in un paradiso terrestre.
Luce e Amore a tutti voi , forme meravigliose di Me!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
May
12
2016
1

DAI DISCORSI DI SAI BABA: DIO NON PUO’ ESSERE LIMITATO AD UN PARTICOLARE NOME E FORMA

2014-02-17 15.08.27 (2)
Cari amici, oggi riporto e commento queste parole di Sai Baba:
“Ciò che Dio si aspetta dai propri devoti è solo un cuore sacro e puro. La gente attribuisce Nomi e Forme diverse a Dio. Di fatto Egli è solo Uno, ed è al di là di ogni Nome e Forma. Assume un Nome ed una Forma per andare incontro ai desideri e alle aspirazioni di un particolare devoto. Quando contemplate la Forma di Gesù e desiderate vederlo in tale Forma, Egli si manifesta di fronte a voi come Gesù.
Con mani, piedi, occhi, testa, bocca e orecchie
che pervadono ogni cosa,
Egli permea l’intero universo.
Dio è presente in ogni essere umano, anzi in ogni essere vivente.
Dio Appare in forma di essere umano.

Verità e Amore sono veramente le manifestazioni della Divinità. Sebbene Dio sia Uno, la gente Gli attribuisce nomi diversi come Rama, Krisna, Govinda e Narayana. I diversi Nomi e Forme attribuiti a Dio sono frutto dell’immaginazione di poeti e pittori… (omissis)…ma Dio non può essere limitato ad un particolare Nome e Forma. Tutti i nomi e le forme sono Suoi ed Egli li trascende tutti! Dio è immanente in tutte le specie viventi, inclusi gli esseri umani. L’intera creazione è manifestazione della Divinità”
Parole di Sai Baba tratte dal Discorso Divino del 25.12.2009 (Mother Sai n.1 anno 2010, pag.5)

Cari amici, voglio soffermarmi su queste parole di Sai Baba che sembrano semplici, ovvie e scontate, ma che purtroppo non lo sono per molte persone.
Come spiega Sai Baba, Dio appare ai devoti nella forma in cui viene invocato; è quindi logico che ad un devoto di krisna apparirà e darà segni di Presenza in questa forma, ai devoti della Madonna è normale che Dio appaia in questa Forma e che dia loro messaggi adatti alle menti dei cattolici. Dio non scandalizza, né stravolge le menti di nessuno. Ogni mamma sa come parlare con i propri figli. Dio è come una maestra di scuola materna che , per farsi comprendere, usa il linguaggio comprensibile ai bambini. Egli adatta il proprio messaggio ai tempi, ai luoghi ed alla capacità di comprensione delle persone a cui è destinato.
Sai Baba parlava con bambini piccoli e con scienziati astrofisici, ovviamente usava parole diverse, adatte a ciascuno, anche sullo stesso argomento. Dava ad ognuno il giusto cibo spirituale; non poteva certo insegnare la fisica quantistica ai bambini della scuola materna.
Questo per dire che i messaggi che Dio invia ed ha inviato all’umanità nelle varie epoche , sono ed erano ovviamente adatti alla coscienza collettiva del momento storico. Certamente Gesù parlava alle masse in un certo modo, ma ai Suoi discepoli più evoluti trasmetteva gli insegnamenti più profondi, quelli che tutti i Maestri di Verità hanno insegnato, anche in epoche diverse.
Gli appartenenti alle varie religioni del Pianeta, non dovrebbero disconoscere la veridicità degli Insegnamenti Divini portati dalle varie Forme Avatariche che si sono susseguite; non dovrebbero pensare che la propria strada sia l’unica a portare alla Salvezza, che la Forma Divina a loro cara sia l’Unica Forma Vera di Dio. Solo l’ignoranza porta a fare queste considerazioni; ma la cosa peggiore è che questo tipo di ignoranza porta alle divisioni ed alle guerre.
A quanto pare, ascoltando i racconti di coloro che sono morti e tornati in vita, anche nell’aldilà Dio appare loro in una forma a loro comprensibile, diversa quindi da cultura a cultura. E noi non possiamo negare, per ignoranza, le loro esperienze.

Voglio ora soffermarmi su questa frase di Sai Baba: “Tutti i nomi e le forme sono Suoi ed Egli li trascende tutti! Dio è immanente in tutte le specie viventi, inclusi gli esseri umani. L’intera creazione è manifestazione della Divinità”

Ci sono popoli che hanno sempre adorato Dio nella Natura, e che gli occidentali hanno chiamato pagani, o panteisti, o politeisti.
Vedere Dio in ogni creatura, in ogni filo d’erba, in ogni montagna, in ogni goccia d’acqua; percepire l’Onnipresenza e l’Onnipotenza di Dio in ogni manifestazione della natura, è sicuramente uno stato meraviglioso di illuminazione, che ci porta a sentirci un tutt’Uno con il Tutto.
Ecco perché è così importante la contemplazione della natura, viverla, percepirla, sentirla dentro di noi!
In verità , adorare la Forma Divina a noi cara ci serve per poterla poi percepire ovunque, per poterla poi amare ovunque lo sguardo si posi.
Questo è il concetto dell’alchimia della devozione, su cui ho scritto più volte, che porta ad identificare l’amante con l’Amato. In questa dimensione terrestre, in cui viviamo nella dualità, è molto più semplice riuscire ad amare Dio in Una Forma particolare, piuttosto che amarlo come Assoluto, Immanifesto e Indescrivibile. Ma l’amore Puro ad una Forma ci porta all’espansione del cuore e quindi a trascendere, poi, tutte le forme attribuite a Dio.
Possiamo sempre adorare quella Forma Divina che ci è tanto cara, ma se non la percepiamo ovunque, il nostro amore rimane limitato e non ci permette di fare il “ Grande Balzo”.
Siete tutti nel mio abbraccio!

Written by amaeguarisci in: Articoli |
May
10
2016
-

MESSAGGIO: LE COSE PIU’ IMPORTANTI

primavera_r400
Cari amici, questo è il messaggio che ho ricevuto oggi dal nostro Divino Sè.
Vi abbraccio tutti!

Figli Miei Adorati,
volete che vi dica quali sono le cose più importanti? Sono quelle che più vi riconducono alla vostra Vera Natura, quelle che si confanno al vostro divenire sempre più consapevoli della Divinità che Voi Siete.
E’ giusto avere un tetto sotto il quale dormire, cibo e vestiti per mantenere in efficienza il corpo che è uno strumento prezioso, senza il quale non potreste fare tutta una serie di esperienze meravigliose al fine della consapevolezza del Sé; ma perché buttare tutto il vostro tempo e le vostre energie in opere e progetti per avere sempre più ricchezza, più di quella che ve ne serve?
Almeno pensate di fare opere sociali, pensate di utilizzare tutto il denaro che vi avanza per elargire amore, cure e sostentamento ai vostri fratelli che non hanno nemmeno una scarpa, nemmeno un tozzo di pane?
Sapete: tanta è la responsabilità di coloro che hanno molta ricchezza materiale; tanto a loro è stato dato e tanto a loro viene richiesto. Avere un tesoro e tenerselo tutto per sé è un crimine verso l’umanità, è come togliere l’ossigeno a qualcuno che respira a malapena, è come mettere una diga in un fiume e non permettere a quelli a valle di bere l’acqua.
L’accumulo è sempre sintomo di malattia e paura… sì, perché se una persona non ha fiducia in Se Stessa, nel suo Divino Sé, non ha fiducia nel futuro e così restringe le possibilità di benessere anche per il futuro. Ciò che sperimentate oggi, i sentimenti, le sicurezze e le paure di oggi, sono ciò che plasmeranno il futuro, il vostro futuro e di coloro che vi stanno vicino.
Sapete allora, Miei Cari, quali sono le cose più importanti? Sapete quando attraverserete il velo e rivedrete tutta la vostra vita, cosa vi farà piacere rivedere? I piccoli ma importantissimi gesti di gentilezza, di compassione, di modestia, di pazienza, di perseveranza nonostante tutto. Rivedrete con piacere la gioia che un sorriso, una parola, un vostro gesto hanno dato a quelle parti di voi che voi chiamate altri. Sarete felici di rivedere gesti e pensieri che avrete dimenticato perché ritenuti insignificanti. Non saranno le grandi opere lavorative fatte a scopo egoistico, non saranno i grandi successi con il pubblico, né i grandi tesori materiali, né i viaggi, né tutte le macchine che avete, ma che non vi permetteranno di arrivare agli alti cieli se non le userete per condividerle con chi non ha mezzi.
Allora, Miei Cari Figli, sappiate che siete felici quando esprimete i vostri talenti, la vostra naturale ed intrinseca gentilezza e compassione. Andate a letto felici quando sapete di aver alleviato la sofferenza di qualcuno, anche con un abbraccio, con semplici parole, con parole nate dal perdono e dalla saggezza di comprendere che ognuno fa il meglio che può nella strada evolutiva.
La gioia non è la felicità di un attimo, è uno stato naturale dell’Essere e sgorga naturalmente dal Sé Divino, come l’acqua da una sorgente; non è, quindi, una cosa da cercare all’esterno.
Sappiate raggiungere un giusto benessere che vi dia dignità come persona, un lavoro che vi permetta di non gravare sugli altri, ma abbiate la totale compassione per comprendere che tutti hanno diritto di mangiare, anche chi il lavoro non l’ha più, o chi per diversi motivi non l’ha mai avuto.
E quanto è prezioso il vostro tempo? Voi lo sprecate tante volte , sprecando anche preziose energie, quando potete utilizzarlo per riempirvi di pace e gioia nel Contatto Divino della contemplazione, della meditazione, del riposo mentale.
Figli Miei, siete tutti Incarnazioni del Divino Amore, ma avete dimenticato perché siete scesi in questa dimensione terrestre, avete dimenticato il progetto sacro che vi ha spinti a riprovare ancora una volta la durezza e la magnificenza della terza dimensione, per elevarvi ancor più verso gli alti cieli.
Molti di voi sono scesi in aiuto al Pianeta Terra in questo momento di pericolo, in un momento di grande importanza e delicatezza, proprio per scongiurare il peggio, proprio per permettere alla Terra ed ai suoi abitanti di elevarsi dimensionalmente. Il problema è che quando l’ego riprende il sopravvento, spesso vi dimenticate della vostra Divinità, del vostro essere angeli guaritori, angeli dotati di un equipaggiamento che avete spesso messo da parte, in attesa che ve ne ricordiate.
Ecco , Miei Adorati Figli, perché Io scendo di era in era, e perché spesso ho mandato Mie Incarnazioni Divine in questa era di Kali: per attenuare il rigore di questo inverno spirituale che è ormai alla fine. La primavera del Pianeta è già arrivata, anche se non tutti i fiori sono ancora sbocciati.
Allora, Mie Cari Tesori, sapete cos’è la cosa più importante per voi che già avete ricordato il vostro piano divino? Aiutare gli altri fiori a sbocciare, donando loro l’acqua dell’amore e la luce del vostro Sole Interiore. Ed ogni fiore aperto aiuterà altri fiori che sono ancora chiusi, in un contagio meraviglioso d’amore. Tutti hanno amore e luce dentro se stessi, ma lo strato dell’ego è una coperta scura che spesso ricopre quella Luce. Aiutate tutti i vostri fratelli a rimuovere tale coperta; ed è il vostro amore disinteressato, il vostro non giudizio, il vostro ascolto, la vostra dedizione, il vostro essere così come siete, che aiuterà questa manovra di rimozione.
Arriverà “l’estate” nel Pianeta Terra, allora tutti i cuori che dovevano aprirsi si saranno aperti. Per ora molti stanno soffrendo in questa manovra, in questo processo. State combattendo per vincere le vostre paure, i vostri fantasmi interiori, i pensieri inconsci che vi hanno sempre ostacolato. Che momento importante!
Incarnazioni del Divino Amore, siate nella gioia dell’Unione con il Dio che Io Sono, che Voi Siete, che Tutto E’! Anche quando le prove arrivano ad elevarvi in consapevolezza e risveglio delle vostre memorie divine.
Non siete muli destinati a trasportare grossi fardelli materiali sulla schiena; alleggeritevi dei pensieri ossessionanti di come potervi arricchire. Che la vostra ricchezza interiore vi porti alla vera felicità, quella che deriva dal godere di ciò che si ha, quella che deriva dal donare sorrisi e felicità con il vostro modo di fare.
Siate voi stessi fino in fondo: se siete arrabbiati e scossi, vivete pure questo momento di rabbia, ma poi trasformate tutto in amore e ridiventate Strumenti Preziosi del Cielo, come sempre siete stati.
Ridimensionate le priorità della vostra vita; risvegliatevi dall’oblio, ricordate sempre che non siete il corpo e che il vostro valore e compito sono molto più grandi.
Ritroverete voi stessi nella semplicità dei vostri gesti e delle vostre parole, in ogni azione apparentemente insignificante del vostro quotidiano. Ogni attimo è prezioso, ogni attimo intriso d’amore è divino, e vi riporta alla vostra piena Coscienza Divina.
Miei Adorati, sono sempre in voi, con voi… sono voi!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
May
04
2016
-

MESSAGGIO: LAVORATE, PENSATE, AMATE…FATE TUTTO PER LA GLORIA DEL DIVINO SE’E’

felicit---qi-alto
Ciao cari amici, stasera sono arrivate queste parole per noi.
siete sempre nel mio abbraccio!

Qualunque cosa fate, fatela come un’offerta a Dio. Qualunque lavoro svolgiate, fatelo come un dono alla società . Fate tutto con attenzione, con entusiasmo, al meglio delle vostre capacità: allora otterrete soddisfazione anche dalle cose più piccole ed apparentemente insignificanti. Questo si chiama Thapas, sacrificio, cioè rendere sacra ogni azione.

Offrite a Dio ogni vostro pensiero; offrite a Dio ogni vostra parola e vedrete che non passeranno più nuvole nere nella vostra mente. Tutto ciò che è fatto ed offerto con spirito di dedizione, senza aspettarsi i frutti dell’azione, cessa di produrre karma. Tutto diventa sacro e puro; nulla più vi lega.
Questa è la disciplina spirituale che ogni uomo può compiere: santificare il proprio lavoro. Non c’è bisogno che diventiate dotti in testi sacri, non c’è bisogno che diventiate degli esegeti che insegnano le sacre scritture. Siate voi una sacra scrittura! La vostra Vita sia una poesia, un inno all’amore e alla gioia!
Che cosa vi manca per esser felici? Vi manca la consapevolezza di essere Divini. Sì, ve ne dimenticate sempre, così occupati negli affanni terreni.

Fermatevi un attimo, Figli Miei Adorati, fermate la frenesia delle vostre occupazioni! Chi vi sta chiedendo di strafare? Ogni macchina ha un limite, ogni organismo deve avere un giusto ritmo fra attività e riposo. Non sto dicendo di diventare pigri, questo no. E’ riposo anche cambiare attività. Il contadino, per riposare , può leggere un buon libro; chi lavora in ufficio, può svagarsi nell’orto. Cambiare attività è un riposo. Poi ci devono essere i momenti di silenzio, di contemplazione della natura, i momenti di vuoto mentale durante i quali sentite affiorare nuove idee, nuovi slanci, che vi danno entusiasmo.

Sapete quando raggiungevano certi risultati i grandi geni ed i grandi scienziati del passato ? Quando smettevano di ragionare ed andavano a letto. Nel dormiveglia, spesso, avevano intuizioni e risposte. Questo perché il contatto con la Divinità si ha quando la mente ordinaria tace. Quando si raggiunge un profondo stato di rilassamento. E lì, Miei Cari, che esiste il vostro Tesoro a cui attingere! E’ in questo silenzio mentale, in questa apparente stasi di ogni attività che emerge la Conoscenza dal proprio Divino Sé!

Pensate di diventare dotti a leggere numerosi libri. Pensate che riempiendo la testa di nozioni e di quella che chiamate cultura, diventate più saggi ed importanti. Miei cari, vi verrà chiesto di versare tutto ciò che ingombra la vostra mente, vi verrà chiesto di svuotare la vostra soffitta mentale, nella quale avete accumulato di tutto. Lasciate solo le cose più importanti: le istruzioni d’uso per il vostro corpo (fisico, mentale ed emotivo) donatevi da tutte le Forme Avatariche che ho assunto, da tutte le Incarnazioni Divine.

La maggior parte di voi non trova il giusto equilibrio fra lavoro e riposo, fra azione fisica ed inazione. O siete super lanciati, come su una giostra impazzita dalla quale non riuscite più a scendere, o siete così pigri da non voler neppure salire sulla giostra.
Ognuno ha qualcosa da correggere. Ognuno , in cuor proprio, sa cosa deve cambiare: quali abitudini sono deleterie, quali pensieri e paure lo ostacolano.
Fate uno sforzo, Figli Miei, per non lasciarvi bloccare o trascinare in azioni e pensieri non adatti a voi!

Esaminate, come uno spettatore dall’esterno, i pensieri che passano per la vostra mente. Esaminate le vostre paure, riconoscetele, non nascondetele a voi stessi! Non pensate di non valere abbastanza se avete paura : l’importante è prenderne coscienza; solo allora potrete superarla. Non c’è eroe che non abbia avuto paura di qualcosa.
Prendete il coraggio più grande: quello di guardare in faccia le vostre paure, di riconoscerle, anche quando vogliono nascondersi!
Forte è colui che accetta le proprie paure perché solo così può poi superarle!

Ricordatevi che voi non siete la vostra mente, ne’ le vostre emozioni: siete ben più grandi e potenti di quanto immaginate.
Abbiate il coraggio di accettare il vostro Retaggio Divino! Abbiate il coraggio di accettare la vostra grandezza , la vostra sacralità: perché solo così potrete sconfiggere le paure. Avete paura solo se non sapete quale potente equipaggiamento avete; quindi ricordate sempre a voi stessi che siete Spiriti Infiniti ed Immortali, siete l’Immenso racchiuso in un corpo.
Sì, Miei Cari, la vostra paura più grande è quella di riscoprire la vostra Potenza Divina, perché questo significa ridurre in cenere il piccolo ego, che finora ha faticato a farvi sentire separati dal resto.

Lavorate, pensate, amate… fate tutto per la Gloria del Divino Sé, che voi siete!

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |
May
03
2016
-

MESSAGGIO: POTETE CAMBIARE IL VOSTRO DESTINO

gioia-di-vivere1
Cari amici, cari me stessa in altre forme,
questo è il messaggio che ho ricevuto oggi per tutti noi.
Siete, come sempre, nel mio abbraccio!

Carissimi Figli Miei, siete spaventati pensando al vostro futuro, ma non sapete che ogni istante voi state creando il vostro futuro, ed ogni istante cambiate anche il vostro destino in base ai pensieri ed alle scelte che fate.
Ciò che sperimentate oggi è solamente il risultato di ciò che avete pensato in passato, ciò che avete pensato e quindi fatto e sperimentato. Se i pensieri ed i sentimenti sono stati di tranquillità, sicurezza, abbondanza ed amore, solo questo riceverete.
Ma il più delle volte la paura vi gioca brutti scherzi ed immaginate eventi futuri catastrofici. Ma voi non temete, ogni volta che vi riappropriate della vostra positività, della vostra fiducia nella vita, tutto cambia corso.

Nell’inconscio avete immagazzinato schemi mentali dai vostri familiari, dalla società, dagli ambienti che frequentate. Questi sono i vostri programmi per il futuro. Ma se voi state ben presenti nel momento presente, consapevoli di voler scegliere ciò a cui pensare e credere, allora vedrete affiorare nella vostra mente nuove idee, nuove prospettive: quelle che provengono dalla parte più profonda di voi, quelle che vi ricordano il perché siete scesi, qual’ è la missione che vi siete prefissi, qual’ è il compito che avete scelto di svolgere.
Siate sicuri che potete sempre cambiare il destino che voi stessi avete scritto in passato! Non angustiatevi: la mano che ha scritto può sempre cancellare e riscrivere.
Ecco perché molti profeti non riescono a profetizzare tutto: c’è sempre qualche anima risvegliata che ricambia la semina; è come se togliesse i vecchi semi dal campo e rimettesse quelli nuovi. Solo questi ultimi germoglieranno.

Chi si ricorda Chi è, e perché è sceso, non è più legato, come un asino ad un palo, dalla corda del karma. Voi potete sempre cambiare il vostro futuro, Miei Cari!
Iniziate , quindi, fin d’ora a ripetervi frasi positive, a fare pensieri pieni di gioia ed entusiasmo e le vostre azioni seguiranno tali pensieri. Abbiate fiducia nella vostra potenziata e riscoperta capacità di creare. La vostra mente è l’ architetto che crea i disegni, ma voi potete scartarli e crearne di nuovi e decidere di mettere in opera solo questi ultimi. Siete ancora in tempo! Quando la saggezza e la consapevolezza albeggiano, tutto il resto, tutte le ombre svaniscono.

Figli Miei Adorati, abbiate fiducia nei Miei messaggi: vi arrivano dalla vostra voce interiore, dal vostro Divino Sé; vi arrivano, a volte, in tanti modi diversi, ma voi avete la capacità di riconoscere la Verità, quando la incontrate.

Avete un modo molto rapido per cambiare il destino scritto: imparare ad amare , esercitare l’amore che avete dentro verso ogni creatura nella consapevolezza che tutti sono parti di voi stessi, che tutti sono scintille Divine: sono Me. L’amore cambia tutti i pensieri e tutti i sentimenti!
L’amore messo in pensieri, parole ed azioni è il più potente disegno positivo che potete fare: il vostro futuro dovrà necessariamente adeguarsi a questo nuovo programma. Ma voi molto spesso non credete a questa vostra capacità ed incolpate Me, che sono il vostro Divino Sé, il Motore di ogni cosa, per le vostre semine del passato che ora danno i loro frutti.

Abbiate fiducia in voi; abbiate amore verso voi stesi: questa è la base di tutto! Non potrete ottenere nulla di piacevole, di bello, di buono se manca la base dell’amore in voi stessi. Siete tutte Anime Sacre. Siete tutti Me Stesso. Non offendetemi offendendovi; non criticatemi, criticandovi; non sminuitemi, sminuendovi.
Ripetete a voi stessi che siete gli eredi al trono, i principi reali. Ripetete a voi stessi che siete tutti Dio che ha preso innumerevoli forme. Ripetetevi che nulla è impossibile alla Volontà Divina che è in voi! Ripetetevi che nulla può spaventarvi, che siete solo voi che create i vostri fantasmi, e siete così bravi nel farlo che ci credete!
Figli Miei Adorati, siete l’Anima Mia: come posso non amarvi?

Written by amaeguarisci in: Messaggi ricevuti |

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes